lunedì 31 ottobre 2011

Romeno ucciso a Brescia, fermato un uomo Voleva vendicare la figlia morta di overdose

Nuovi particolari sull'assassinio del 18enne Ionut Yamantida. A sparare sarebbe stato il padre di una 28enne: pensava che il giovane fosse lo spacciatore killer 

Svolta nelle indagini sull'omicidio di Ionut Yamantida, il romeno di 18 anni ucciso venerdì a colpi di pistola all'interno di un campo nomadi a Calcinato, in provincia di Brescia. Gli investigatori ipotizzano che possa essere una vendetta. Il 18enne, infatti, avrebbe venduto una partita di droga che ha poi provocato la morte di una donna. I carabinieri hanno fermato il padre della vittima.

Il 50enne voleva vendicare la morte per overdose della figlia Francesca Manca, 28 anni. L'uomo, che ha sparato al ragazzo con un fucile da caccia, si trova ora nel carcere di Brescia. Il ragazzo romeno era già conosciuto dalle forze dell'ordine, ma non sarebbe lui lo spacciatore che ha venduto la dose fatale alla 28enne di Montichiari.
 

 

Cassano, prima diagnosi: è ictus ischemico

Lo rivela l'Ansa. Il Milan non conferma. Allegri: "Col Bate giocheremo per lui"

Una prima diagnosi sullo stato di salute di Antonio Cassano è arrivata dall'agenzia Ansa pochi minuti fa: l'attaccante sarebbe stato colpito da ictus ischemico. Il Milan però non conferma e in un comunicato chiude la porta alle voci scrivendo che il club rossonero commenterà solo le notizie che giungeranno in via ufficiale dal Policlinico di Milano, dove Fantantonio è ricoverato da sabato sera nel reparto di Neurologia del professor Nereo Bresolin. 

Continua qui

Aumenta la benzina per finanziare gli aiuti agli alluvionati

31 ottobre 2011
Lo rende noto l’agenzia delle dogane
Aumenta l’aliquota d’accisa sui carburanti per finanziare gli interventi di emergenza a seguito delle alluvioni in Liguria e Toscana. Lo rende noto l’Agenzia delle dogane. A partire dal primo novembre e fino al 31 dicembre 2011, l’accisa su benzine e gasolio usato come carburante aumenta di 8,90 euro per mille litri, cioè 0,89 centesimi di euro (poco meno di un centesimo) al litro, a cui va aggiunta l’Iva al 21%. Dall’aumento sono esclusi i consumi del settore dell’autotrasporto commerciale. Questo incremento è stato stabilito dall’Agenzia delle dogane in seguito alle decisioni del Consiglio dei ministri del 28 ottobre scorso, in cui è stato deliberato lo stato di emergenza per gli eccezionali eventi alluvionali che hanno colpito Liguria e Toscana ed è stato deciso di reintegrare il fondo per le spese impreviste di un importo pari a 65 milioni di euro per l’anno in corso, al fine di finanziarie gli interventi necessari.

Fonte

La malattia del bambino: la foto che commuove la rete

La malattia del bambino: la foto che commuove la rete

"Ragazzi ho un richiesta: questa è una foto di mia figlia e del suo migliore amico a cui è stata diagnosticata la leucemia. Potreste usare Photoshop per modificare lo sfondo in qualcosa di carino o divertente?". Questa richiesta, effettuata sulla bacheca di una popolosa comunità on-line dall'utente Bbilbay, ha scatenato la creatività di diversi navigatori. Tutti hanno cercato di dare il proprio contributo. La tenera foto che ritrae i bambini di spalle è stata modificata con tale sensibilità da lasciare senza parole. Il risultato dell'impegno è sintetizzato in questa selezione di immagini:si va da un background artistico ispirato da Van Gogh a scenari fantasy in cui i due piccoli volano trasportati da un uccello oppure "combattono" contro un drago. "Non ho parole per descrivere tutto quello che avete fatto - ha scritto qualche ora più tardi il papà della bambina sul web - mia moglie ha pianto per un'ora". Ai due bambini, invece, la rete avrà regalato diversi sorrisi

(a cura di Pier Luigi Pisa)

Continua qui 
 

Video - Gli ultimi istanti di Sauro, strappato dal fango

Vernazza - «La terra... è una nave troppo grande per me. È una donna troppo bella. È un viaggio troppo lungo. È un profumo troppo forte. È una musica che non so suonare. Non scenderò dalla nave. Al massimo, posso scendere dalla mia vita».
L’aveva scelta come citazione preferita, Sauro Picconcelli: la storia del pianista sull’oceano, che non abbandona la sua nave neanche quando è destinata ad essere abbattuta ed affondata. E come un capitano sulla tolda, negli ultimi istanti della sua presenza in vita a Vernazza, nell’inferno dell’alluvione, compare in un filmato girato dall’altra parte della strada da una ragazza, con un telefonino cellulare: c’è lui, nel suo negozio, mentre osserva l’onda immensa di fango e detriti che si gonfia in strada, un oceano maledetto destinato a portarsi via troppe vite.

Continua qui

Maltempo: Vernazza potrebbe restare isolata per anni

(AGI) - La Spezia, 30 ott. - "Vernazza", una delle perle delle Cinque Terre, dove il comune "conta danni complessivi per 50 milioni di euro oggi e' raggiungibile solo via mare e potrebbe restare isolata via terra per anni, perche' l'unica strada che conduceva al paesino rivierasco e' andata completamente distrutta". E' quanto affermano fonti vicine al sindaco.
  Al momento dei 600 originari abitanti, ne restano in paese solo 150. "E' tornata la luce - spiegano le stesse fonti - ma ci sono ancora quattro metri di fango per le strade, i collegamenti telefonici funzionano a singhiozzo e il canale che attraversa il paese e' ancora pieno di fango". Quanto ai "collegamenti ferroviari - spiegano fonti delle Ferrovie dello Stato - si lavora giorno e notte per riattivare anche il secondo binario sulla La Spezia-Genova. Ci vorra' ancora qualche giorno per tornare alla normalita'. Per motivi di sicurezza, invece, la stazione del borgo marinaro, resta al momento ancora chiusa".

Fonte 

Previsioni meteo: perturbato tra 4 e 6 Novembre, a seguire rimane instabile

 

Il premier Jibril: "Trovati ordigni nucleari" L'Aiea darà la conferma nei prossimi giorni

L'annuncio dato alla rete televisiva Al Arabiya. Nel 2004 il raìs aveva ufficialmente rinunciato alle armi atomiche per riallacciare i rapporti con l'Occidente, aprendo alle ispezioni dell'Agenzia dell'Onu

 

TRIPOLI - Il primo ministro dimissionario del Cnt, Mahmoud Jibril, ha reso noto che in Libia sono stati trovati ordigni nucleari. Parlando alla rete televisiva Al Arabiya, l'esponente del Consiglio nazionale di transizione ha aggiunto che entro qualche giorno sarà l'Agenzia internazionale per l'energia atomica (Aiea) dell'Onu a fornire maggiori particolari sugli ordigni trovati. Una dichiarazione che arriva a 24 ore dallo scadere della missione Nato in Libia, mentre si sta lavorando per mettere assieme una coalizione di volenterosi che dia supporto al Cnt una volta che l'Alleanza si sarà disimpegnata e mentre, secondo la denuncia di Human Rights Watch, è allarme vendette tra fazioni finora contrapposte con rappresaglie e inevitabili spargimenti di sangue.


Continua qui

Licenziamenti, ponte di Sacconi al Pd. Poi adombra il pericolo terrorismo

Il ministro del Welfare raccoglie l'appello del senatore Pd Ichino su "Libero" per avviare la riforma dell'Articolo 18. Ma parla anche esplicitamente di un pericolo attentati "prodotto dall'esasperazione dei toni". E il premier ripete: "Il governo terrà, pronti a porre la fiducia sul pacchetto anticrisi". Camusso sui rischio terrorismo: "Spero che ministro abbia elementi e non inquini clima già difficile". Bersani: "Siamo già nei guai, niente micce"

Continua qui

domenica 30 ottobre 2011

Tempesta di neve, black out sulla costa Est degli Usa

Tre vittime e milioni di persone al buio, voli interrotti a New York, centinaia di alberi caduti anche nella metropoli. E' la terza volta negli ultimi cento anni che nevica così ad ottobre negli Stati Uniti

 

NEW YORK - Il bilancio della tempesta di neve che si è abbattuta sulla costa est degli Stati Uniti si aggrava: il numero di persone senza elettricità sale a oltre 3 milioni. Solo a New York, le persone senza corrente sono 200.000, contro le 617.000 del New Jersey, le 650.000 del Massachusetts, le 285.000 del New Hampshire e le 150.000 del Maine.
Molti gli alberi e i rami caduti a causa della neve, 600 a New York. Le autorità hanno liberato le strade e consigliato di non andare nei parchi finchè la tempesta non sarà passata. Le nevicate, davvero inusuali per questo periodo dell'anno (a New York ha nevicato in ottobre solo 3 volte dal 1869), erano attese da giorni e sono previste sulla parte settentrionale della costa altantica durante tutto il weekend.


Continua qui

India: oltre 5 mila bambine violentate

(ANSA) - NEW DELHI, 30 OTT - Oltre 5 mila bambine sono state violentate in India lo scorso anno secondo un rapporto ufficiale sulla criminalita' reso noto oggi dall'agenzia di stampa Pti.

Ad avere lo scioccante primato di abusi sessuali contro i minori e' lo stato centrale settentrionale del Madhya Pradesh con 1.182 stupri su un totale di 5.484 a livello nazionale. Il bilancio del 2010, diffuso dall'Ufficio nazionale statistiche criminali, indica anche che 10.670 minori sono stati rapiti in diverse parti dell'India.

 Fonte 

 

Volontari fai da te “vietati” sull’alluvione

Genova. Non meno di 500 volontari che tra pubbliche assistenze dell’Anpas, Croce Rossa, Scout e più in generale della protezione civile, si sono già avvicendati nelle zone colpite dall’alluvione. Oggi ci saranno anche una trentina di ultrà della gradinata Nord del Genoa, a Monterosso con i loro amici del Genoa Club. Sono i sostenitori “senza tessera del tifoso” che si sono dati appuntamento per dare «una mano a spalare. Ultras non è politica, è anche solidarietà». Si sono organizzati autonomamente. E via.
Ma centinaia di richieste arrivano al sito internet www.ilsecoloxix.it da parte di volontari “liberi”, senza una organizzazione di riferimento che chiedono: «Vogliamo andare lì e portare un aiuto. come fare? Come attrezzarsi? Come si arriva?»
La risposta non è un “No, grazie”. Ma un “sarete utili nella fase media dell’emergenza”. Perché sarà lungo l’impegno nel levante ligure, soprattutto quando - volenti o no - le luci dell’attenzione saranno meno “illuminanti”. «Un aiuto è sempre utile - spiega Fabio Naldoni, responsabile dei volontari della protezione civile di Genova - Ma in questa fase serve un intervento organizzato che è fondamentale».

Continua qui 

Alluvione nello Spezzino: foto, video e racconti

 

Alluvione in Liguria, salgono a 9 i morti

 

Il figlio del disperso: «I soccorritori non conoscono la zona»

 

 

 

Torna ora solare, risparmiati 91 mln euro

Nella notte tra sabato e domenica lancette indietro di un'ora 

ROMA - Addio ora legale, torna nel weekend l'ora solare, che resterà in vigore fino al prossimo 25 marzo. Esattamente alle ore 03.00 della notte fra sabato 29 e domenica 30 ottobre bisognerà spostare le lancette degli orologi un'ora indietro. Durante il periodo di ora legale, iniziato il 26 marzo 2011, grazie proprio a quell'ora quotidiana di luce in più che ha portato a posticipare l'uso della luce artificiale, l'Italia, ricorda Terna, ha risparmiato complessivamente circa 647 milioni di kilowattora (644,4 milioni di kWh il minor consumo del 2010), un valore pari al consumo medio annuo di elettricità di oltre 215.000 famiglie. In termini di costi, l'Italia ha risparmiato con l'ora legale circa 91 milioni di euro, contro gli 85 milioni del 2010.

Continua qui

sabato 29 ottobre 2011

In Liguria trovato un altro corpo, e' l'ottava vittima

Era una professoressa di La Spezia, il cadavere trovato incastrato sotto le macerie di una casa

BORGHETTO VARA (LA SPEZIA) - Ritrovata oggi l'ottava vittima dell'alluvione: si chiamava Rita Cozzani, era una professoressa di La Spezia delle scuole medie Giuseppe Mazzini. Aveva una sessantina d'anni. E' stata sorpresa dall'alluvione a Borghetto Vara mentre con il marito, l'assicuratore spezzino Francesco D'Avanzo, si trovava in auto sull'autostrada A12. Lui si è salvato ed è riuscito a salvare un'altra donna. Lei, invece, è rimasta intrappolata nel fango.

Continua qui

Allarme lavoro. Disoccupazione all'11% con le nuove norme sui licenziamenti

MILANO - Se una normativa che rendesse più semplici i licenziamenti fosse stata applicata durante gli anni della crisi economica il tasso di disoccupazione in Italia sarebbe salito all'11,1%, anzichè essere all'8,2% attuale, con quasi 738 mila persone senza lavoro in più rispetto a quelle conteggiate oggi dall'Istat. E' lo scenario delineato dall'associazione artigiani Cgia di Mestre, secondo quello che il segretario Giuseppe Bortolussi definisce "un puro esercizio teorico" ottenuto "ipotizzando di applicare le disposizioni previste dal provvedimento sui licenziamenti per motivi economici a quanto avvenuto dal 2009 ad oggi".

Continua qui

Afghanistan: dieci soldati Nato uccisi in attentato

Quasi contemporaneamente un'adolescente afghana si e' fatta esplodere ad Asadabad 

KABUL - Dieci soldati stranieri della Forza Nato in Afghanistan sono rimasti uccisi in seguito a un attacco kamikaze contro un convoglio militare a Kabul. I talebani hanno rivendicato l'attentato suicida.
L'attentato e' avvenuto quasi contemporaneamente ad un altro  ad Asadabad, capoluogo della provincia orientale di Kunar. Un'adolescente afghana che indossava un burqa si e' fatta esplodere vicino ad un edificio dei servizi di intelligence, causando feriti ma non vittime.

Continua qui

 

Calabria, travolse gruppo di ciclisti. Investitore condannato a otto anni

L'incidente, lo scorso dicembre a Lamezia Terme, costò la vita a otto persone. Chafik El Ketani, un marocchino di 21 anni, era alla guida sotto l'effetto di sostanze stupefacenti. Assente in aula, gli sono state concesse le attenuanti generiche

LAMEZIA TERME (Catanzaro) - Non si è mai presentato in aula Chafik Elketani, 21 anni, di origina marocchina. Non ha mai avuto il coraggio di guardare in faccia mogli, figli e familiari degli otto ciclisti che meno di un anno fa ha travolto e ucciso con la sua auto a Sant'Eufemia 1, una circoscrizione di Lamezia Terme. Non è comparso davanti ai giudici nemmeno oggi, nel giorno della sentenza. Una sentenza di condanna a otto anni di reclusione.

 

Continua qui

Alluvione, un aiuto per ricostruire Salviamo la scuola di Monterosso


La Repubblica e Sky lanciano una raccolta fondi per salvare la scuola elementare e media "Enrico Fermi" di Monterosso (nelle Cinque Terre), travolta dall'alluvione di martedì. L'edificio scolastico, frequentato da cento studenti, ora è chiuso perché gravemente danneggiato. Per far riaprire la scuola devastata, che il sindaco Angelo Betta appena un mese fa aveva inaugurato dopo i lavori di ampliamento, bisogna fare una donazione sul conto corrente dedicato alla sottoscrizione:

Banca Unicredit
CODICE IBAN IT 07 U 02008 09432 000101739561.

Il beneficiario da indicare nel versamento è: Alluvione, un aiuto per ricostruire.

La scuola era appena stata ristrutturata e, ironia della sorte, messa in sicurezza con lavori di adeguamento antisismico. Ma a metterla ko non è stato un terremoto. È stato il fiume di fango che martedì ha travolto tutto il paese.

Fonte

venerdì 28 ottobre 2011

Alluvionati, palate di fango contro Matteoli in Lunigiana

 

Maltempo, il ministro Matteoli visita la Lunigiana. Alcuni alluvionati lo accolgono con grida e palate di  fango. Secondo i suoi collaboratori, la contestazione era invece rivolta contro i sindaci.

Il ministro delle Infrastrutture, Altero Matteoli, si è recato oggi in visita nelle zone alluvionate della Toscana. Si è trovato di fronte uno spettacolo inaspettato, ancor più grave di quello che immaginava. “Purtroppo quand’ero ministro dell’Ambiente ho visto tanti disastri, ma mai come questo”, ha detto il ministro.

Continua qui

Borghetto, morte nel fango recuperato il corpo di un uomo

Dopo due giorni di ricerche, i vigili del fuoco estraggono il corpo. Le vittime accertate salgono a sette 

 


Sale a sette vittime il bilancio ufficiale dell'alluvione che ha colpito la Liguria e la Toscana. Vigili del fuoco hanno estratto nella notte dalle macerie di una casa a Cassana, frazione di Borghetto Vara dove stavano scavando da due giorni, il corpo di un uomo.

Fonte

Da Aulla alle Cinque Terre: le immagini dall'elicottero

«Ciao Marco, ora sei sul podio più alto» Palloncini e note di Vasco, l'addio a Sic

Alle esequie almeno 25mila persone. Valentino Rossi trasporta la Honda con il numero 58

MILANO - Il feretro di Marco Simoncelli arriva nella chiesa di Coriano portato a braccia dagli amici del piccolo paese del riminese. Ad accompagnare il percorso della bara, una nuvola di palloncini rossi con il numero di gara del pilota scomparso, il 58. Il feretro percorre il breve tragitto tra il teatro comunale, dove era stata allestita la camera ardente, e la chiesa dove si celebra il funerale, in mezzo a due ali di folla. Amici e parenti lo salutano con un lunghissimo e fragoroso applauso. I familiari di Simoncelli sono già in chiesa: il padre Paolo, la mamma Rossella, la sorella Martina e il nonno. Anche per loro, come per la fidanzata Kate, non mancano applausi di conforto.

Continua qui

Licenziamenti, sindacati pronti allo sciopero "Si va verso la rottura della coesione sociale"

I sindacati: «Istigazione alla rivolta». Bonanni: pronti a sciopero. Il premier: l'opposizione non dica sempre no 

MILANO - I sindacati annunciano battaglia dura sui licenziamento facile, la riforma promessa da Silvio Berlusconi ai leader europei. Per il leader della Cisl Raffaele Bonanni «è un' istigazione alla rivolta, una provocazione» e se le mani sulle regole saranno messe senza il consenso delle parti sociali, annuncia, «la Cisl andrà allo sciopero». La replica del presidente del Consiglio è affidata, come d'abitudine, alla televisione, in questo caso a un'intervista al Tg1: l'obiettivo del governo è «creare un mercato del lavoro più efficiente, più moderno e aperto a donne e giovani».

CAMUSSO: REAGIREMO - «Una misura da incubo, contro la quale reagire» è anche per la Cgil di Susanna Camusso il provvedimento che di fatto è un attacco all'articolo 18. «Altro che indignados», le fa eco il suo predecessore Guglielmo Epifani. E all'indignazione dei sindacati si uniscono molte voci dell'opposizione a partire da quella del leader dei democratici Pierluigi Bersani: «Inaccettabile». 

Continua qui

giovedì 27 ottobre 2011

Alluvione Liguria e Toscana si contano morti e dispersi : Raccolta fondi del SecoloXIX Carige e Libero

Per aderire è sufficiente fare un versamento usando l’Iban IT11 Y061 7501 4000 0000 3452 080, specificando come causale “alluvione Spezia”.

Fonte

La vera storia della moglie di Bossi, baby-pensionata a 39 anni per mettersi in affari con il governo

Ieri alla Camera è successo il finimondo. Urla, insulti e pugni tra i deputati del Popolo delle Libertà e di Futuro e Libertà. La scintilla è stata l'accusa del presidente della Camera Gianfranco Fini nei riguardi della seconda moglie di Umberto Bossi di essere andata nel 1992 in pensione a soli 39 anni.
I leghisti hanno cercato di difendere l'indifendibile, affermando che la signora Manuela Marrone ha semplicemente usufruito della legislazione all'epoca in vigore.
 
Continua qui

Storia di Facebook, ecco i fallimenti più clamorosi del social network


facebook failures

Con più di 800 milioni di utenti iscritti nel mondo, Facebook è generalmente considerato un social network di successo, anche se ciò non significa che il colosso sociale di Mark Zuckerberg non commetta errori; che piaccia o meno, non tutto è perfetto sul social network blu, come testimonia la fonte infografica creata da una società più che lieta di segnalare al mondo i fallimenti di Facebook. Il ‘muro della vergogna’ di Facebook è stato ideato da WordStream, fornitore di servizi e software per il marketing e la ricerca in questo campo. Questa incisiva infografica rivela ciò che WordStream definisce ‘errori di giudizio di Facebook’: un elenco di critiche, passi falsi e fallimenti del social network più famoso del mondo da cui però altre aziende possono imparare qualcosa.

Ecco alcuni dei punti più interessanti da infografica:

  • Cambiamenti nella privacy: le impostazioni predefinite di Facebook sulla privacy e le caratteristiche del profilo sono caratterizzate dall’inquietante tendenza ad obbligare gli utenti a condividere tutti gli elementi, anche quelli che non si vorrebbero condividere con gli altri. La questione riveste attualmente un’enorme importanza per tutti gli utenti iscritti a Facebook. La recente funzione che permette di visualizzare tutti gli aggiornamenti degli utenti in tempo reale non solo aggiunge critiche alla presunta privacy di Facebook nel 2011, ma di fatto la viola apertamente.
Continua qui

Il Tg3 e le critiche del presidente Rai Garimberti

Dopo le critiche al Tg3 del presidente della Rai Garimberti, che ha definito non obiettivi due lanci dei servizi dell'edizione delle 19 di domenica 23 ottobre 2011, il Tg3 ha deciso di mettere sul suo sito l'intero copione del telegiornale in oggetto

Dopo le critiche al Tg3 del presidente della Rai Garimberti, che ha definito non obiettivi due lanci dei servizi dell'edizione delle 19 di domenica 23 ottobre 2011 in quanto non avrebbero rispettato la distinzione tra opinioni e notizie, il Tg3 ha deciso di mettere a disposizione sul suo sito l'intero copione del telegiornale in oggetto.

Continua qui

Liguria in ginocchio, riprese ricerche dispersi

Notte difficile ma la situazione migliora

BORGHETTO VARA (LA SPEZIA) - Notte difficile nelle zone dello Spezzino colpite dall'alluvione, ma ci sono già segnali di miglioramento della situazione, anche se permangono, come a Vernazza, difficoltà e problemi. Sono riprese, nonostante la nebbia e il buio, le operazioni di ricerca dei dispersi tra Brugnato e Borghetto Vara, nello Spezzino, epicentro della furia del maltempo che si è abbattuto sulla zona martedì scorso. A Monterosso il sindaco, Angelo Betta, ha riferito che si è lavorato tutta la notte per continuare nell'opera di pulizia del Paese dalle macerie. La situazione va migliorando con il passare delle ore, e anche qui continuano le ricerche dell'unico disperso. 

Continua qui

Bilancio ufficiale: 6 morti, 6 dispersi

 

Crisi: Ue, raggiunto l'accordo. 1.000 miliardi all'Efsf

Intesa su banche e nuovo salvataggio Grecia. Ok agli impegni dell'Italia, ma 'ora attuarli subito'

di Chiara De Felice e Enrico Tibuzzi
BRUXELLES - La maratona salva-Euro durata oltre dieci ore porta a casa, quasi all'alba, tutti i risultati ormai insperati. I leader dell'Eurozona hanno trovato un accordo su un pacchetto ''completo'' di misure anti-crisi che mettera' in sicurezza le banche attraverso ricapitalizzazioni per 106 miliardi di euro, dara' certezza ai Paesi a rischio con un fondo salva-Stati da oltre 1.000 miliardi e salvera' la Grecia con nuovi aiuti per 130 miliardi, facendo pagare un prezzo maggiore alle banche esposte con Atene per ridurre il debito del Paese. E anche l'Italia rientra nel piano dell'Eurozona per arginare la crisi dei debiti: gli impegni che ha preso vengono inseriti nelle conclusioni del summit, che plaude alle misure annunciate ma incalza sulla loro applicazione, guardando subito alla prossima tappa, ovvero un piano pensioni definito entro dicembre. Di seguito tutte le ''decisioni estremamente importanti del vertice Ue'', come ha sottolineato il presidente della Bce Jean Claude Trichet:

Continua qui

 

mercoledì 26 ottobre 2011

Turchia, sì agli aiuti di Israele. Donna estratta viva dopo tre giorni

Ankara accetta le offerte che in un primo tempo aveva rifiutato. L'emergenza legata ai senzatetto. Mancano container e roulotte per accoglierli. Continuano i soccorsi: un'insegnante di 26 anni trovata viva a 66 ore dal sisma. Il papa: "Pregare per le vittime e per i soccorritori"

 

Continua qui

Il redditometro oggi si presenta Categorie in allerta


È il giorno della verità per il nuovo redditometro. Oggi il nuovo strumento viene presentato all'agenzia delle Entrate e le categorie presenti all'incontro pongono una serie di paletti per un uso "ragionato" della rinnovata modalità di accertamento attraverso la valutazione delle spese effettuate dai contribuenti.

Continua qui

Maltempo al nord, 9 morti e cinque dispersi Allarme sindaco: "Monterosso non c'è più"

Maltempo al nord, 9 morti e cinque dispersi Allarme sindaco: "Monterosso non c'è più"
E' il bilancio, ancora provvisorio, delle violente piogge abbattutesi su Liguria e Toscana. Le zone più colpite sono quelle nel Levante ligure, in provincia di La Spezia, dove sono morte sette persone, e nella Lunigiana, con due vittime. Incalcolabili i danni, con la chiusura dell'autostrada A12, A 15 e della ferrovia Parma- La Spezia, poi riaperta. Evacuate Monterosso e Vernazza, nelle Cinque Terre. Allerta della protezione civile anche per Veneto e Friuli. Le piogge si stanno spostando verso centro-sud. Preoccupano Calabria e Sicilia dove la vulnerabilità dei territori e il dissesto idrogeologico potrebbero provocare problemi seri. 

Caso Fini, scontro alla Camera Lega e Pdl chiedono le dimissioni

Diventa un caso la partecipazione del presidente della Camera a Ballarò. Il Carroccio si infuria e scoppia una rissa tra due deputati. Seduta sospesa. Cicchitto: "Porteremo la questione al Quirinale". La difesa: "Respingo le accuse di partigianeria"

 

ROMA - Ormai è scontro aperto. Da una parte Gianfranco Fini, dall'altra la maggioranza. Lega in primis. I cui deputati (con il supporto di alcuni del Pdl), oggi alla Camera, hanno scandito il coro 'dimissioni dimissioni'. A far deflagare lo scontro la partecipazione del presidente della Camera a Ballarò. Una presenza che, per Pdl e compagnia, è solo l'ultima prova dell'incompatibilità di Fini, leader di Fli, con la sua carica istituzionale. "Porteremo la questione al Quirinale" annuncia il capogruppo del Pdl Fabrizio Cicchitto. Ma Fini non ci sta: "Respingo le accuse di partigianeria"

 

Continua qui

martedì 25 ottobre 2011

Alluvione nello Spezzino, 3 morti e 6 dispersi

La Spezia - Acqua e fango, tanto fango, che viene giù dalle colline dello Spezzino e le sgretola come castelli di carta, travolgendo tutto ciò che incontra. Alla fine di questa terribile giornata, il bilancio dell’ondata di maltempo che si è abbattuta nel levante della Liguria è di sei dispersi, e l’ansia per la loro sorte cresce con il passar delle ore.
Sono circa le 13 di ieri, quando un fronte franoso si abbatte sull’autostrada A12, tra Carrodano e Borghetto Vara, trascinando con sé un camionista e la sua cisterna. L’autostrada si blocca e lo stesso fronte franoso spazza via anche una porzione di Aurelia. È il primo “segnale”: mentre vigili del Fuoco, Forestale, polizia Stradale e Soccorso alpino lavorano per tirare fuori il camionista da quello che rimane della cabina di guida, in tutta la provincia della Spezia si scatena l’inferno, un inferno d’acqua.


Auto e barche spazzate via dall’acqua nella foto di Caterina Pasini

Continua qui

Più discrezionalità nella legittima per i figli spunta anche la norma "anti-Veronica"

Berlusconi potrebbe destinare a piacere metà delle quote riservate alla prole, garantendo la maggioranza Fininvest a Marina e Piersilvio. Quarantesima legge ad personam per risolvere la successione all'impero di Arcore. La Lario madre di tre dei suoi 5 figli: Barbara, Eleonora e Luigi

di ETTORE LIVINI

MILANO - Il diavolo sta nei dettagli. E tra le pieghe del Decreto sviluppo imposto all'Italia da Berlino e Parigi si nasconde la 40esima legge ad personam dell'era Berlusconi: la "taglia-legittima" (o "anti-Veronica"). Tre righe secche mimetizzate a pag. 203 della bozza che restituiscono al Cavaliere il ruolo di king-maker nella delicata partita per la successione nella dinastia di Arcore.

Il succo della questione è semplice: se Berlusconi, toccando tutti i ferri del caso, facesse testamento con le leggi attuali, il controllo di Fininvest passerebbe di diritto alla seconda moglie Veronica Lario e ai figli Barbara, Eleonora e Luigi con una quota del 56,1%. Relegando Marina e Piersilvio nello scomodo ruolo di azionisti di minoranza con il 43,9%. Il Decreto sviluppo  -  ritoccando l'articolo 537 bis del Codice civile  -  cambia le carte in tavola e rimette il premier al centro dei giochi: consentendogli, in teoria, di lasciare fino al 53,38% dell'impero di famiglia ai due primogeniti e di ridimensionare Veronica e i suoi figli a soci di Serie B con il 46,62%.
A garantire il miracoloso ribaltone è la revisione della legittima, la quota di eredità che spetta per legge in caso di morte a moglie e figli. Oggi la norma ha paletti rigidi che limitano la discrezionalità del genitore che redige il testamento. Nel caso dei Berlusconi, per dire, il presidente del Consiglio sarebbe obbligato a girare il 25% del suo patrimonio alla moglie  -  e Veronica Lario è tale fino al divorzio  -  e il 50% ai figli, diviso in parti uguali. A lui rimarrebbe in mano solo il 25% da distribuire a piacere. Questa formula (vedi tabella) concentrerebbe automaticamente nelle mani della seconda moglie e dei suoi tre figli il controllo del Biscione.

Continua qui

Le pensioni spaccano il governo Scontro Pdl-Lega: niente accordo

Il Consiglio dei ministri termina senza una decisione. Vertice serale di maggioranza, con Bossi e i leader della Lega, ma la situazione non si sblocca. Il Cavaliere in mattinata al Colle per un confronto con Napolitano. La base del Pdl intanto è in agitazione

ROMA - La matassa è difficile da sciogliere, e in ballo c'è la tenuta del governo. Le richieste europee di interventi strutturali sulle pensioni spaccano l'asse Bossi-Berlusconi, con la Lega Nord che si oppone minacciando la sopravvivenza stessa dell'esecutivo. Alla fine di una giornata convulsa il Consiglio dei ministri straordinario è terminato senza assumere alcuna decisione.

E' l'ennesimo rinvio, con il premier che prosegue gli incontri a Palazzo Chigi, a cena con alcuni ministri. Tra questi anche il leader della Lega Umberto Bossi. Ma anche durante il vertice serale non si trova la quadratura del cerchio.  

 

Continua qui

 

Trattativa nella notte, tra spettro di crisi e voci su un governo Letta

 

lunedì 24 ottobre 2011

Il federalismo come non lo avete mai sentito

L’assessore allo sviluppo del comune di Napoli Marco Esposito: "Separiamoci consensualmente". 

Se ognuno pensa per sè, l’Italia, come una famiglia patriarcale, si dissolve. Il federalismo visto dal costituzionalista Massimo Villone è una distribuzione equa delle risorse, a prescindere da dove si producono. Invece la spinta federalista in Italia è nata proprio sul concetto opposto: le tasse devono restare nei territori dove si producono. Non a caso con il governo di centro destra è stato istituito addirittura un ministero delle Riforme per il federalismo, il ministro è Umberto Bossi, della Lega Nord, ma nella delega ricevuta per svolgere le funzioni c’è scritto che può essere sostituito da Calderoli. E viceversa, Bossi può sostituire Calderoli.

Continua qui (video)

VEDO PAGO VOTO

Il federalismo municipale è al suo primo anno di sperimentazione. Già a dall’inizio del 2011 sono stati trasferiti ai comuni la compartecipazione all’iva e il fondo di riequilibrio che avrebbero dovuto portare un po’ di ossigeno alle loro casse disastrate. Ma a conti fatti i comuni si sono trovati con meno soldi e dubitano che questa strada sia praticabile. Il federalismo era stato concepito con la buona intenzione di eliminare gli sprechi, ma alla fine, dall’assistenza sociale, sanitaria, all’istruzione, come cambierà la vita dei cittadini? E soprattutto quali saranno i costi reali del federalismo e su chi ricadranno?

Continua qui (video)

No Tav, marcia pacifica sul cantiere Taglio simbolico della rete senza incidenti

I manifestanti alla baita decidono di tornare indietro. Perino: «Soddisfatti abbiamo raggiunto l'obiettivo»

MILANO- Un corteo pacifico. Tranquillo per i sentieri di montagna. La manifestazione No Tav si è conclusa intorno alle tre del pomeriggio senza alcun incidente. Così «abbiamo scontentato quelli che volevano le botte, quelli che gufavano e che volevano che qualcuno si facesse male», riassume Alberto Perino, tra i leader del movimento. Intanto però «l'obiettivo è stato raggiunto, siamo soddisfatti». La «zona rossa», cioè quella intorno al cantiere, è stata violata e una rete tagliata. Si torna a casa con una certezza: «Non finisce qui. La partita è lunga ma ce la faremo».

Continua qui

Algeria, rapita cooperante italiana Rivendica Aqmi, l'Al Qaeda del Mali

La Farnesina conferma: si tratta di Rossella Urru, del Comitato Italiano Sviluppo dei Popoli 

MILANO- Una volontaria italiana, Rossella Urru, della organizzazione CISP è stata rapita nella notte tra sabato e domenica in un campi di rifugiati sarahui in Algeria. Con lei i terroristi hanno catturato anche due spagnoli Aino Fernadez Coin, membro dell’Associazione degli amici del popolo sahraui in Estremadura, e Enric Gonyalons, dell’organizzazione non governativa Munupat. Il sequestro dei tre cooperanti è stato rivendicato dall'Aqmi, l'Al Qaeda del Mali. Lo rendono noto fonti della sicurezza della sicurezza mauritana.

Continua qui

Fiducia su berlusconi? Sarkozy e Merkel ridacchiano

La reazione quando viene chiesto loro se hanno fiducia nel premier italiano

Il video

Il premier: metterò mano alle pensioni, in Europa età del ritiro a 67 anni

Berlusconi: «Ne parlerò con Bossi. Venderemo gli immobili per tagliare il debito»

BRUXELLES — Era arrivato a Bruxelles sabato sera minacciando in privato tuoni e fulmini, dicendosi pronto a mettere il veto su dichiarazioni che fossero contro l'Italia, alzando la voce e urlando persino contro il suo staff, colpevole di non capire che Berlino e Parigi non potevano metterlo in difficoltà, almeno non più di tanto: «Che possono fare? Ci fanno la guerra? Se vogliono farmi un processo si sbagliano di grosso, sarò io a farlo a loro».

Continua qui

domenica 23 ottobre 2011

Terremoto in Turchia, molte le case crollate

ANKARA - Un terremoto di 7,2 gradi e' stato registrato oggi nella provinciale orientale turca di Van, secondo l'Anadolu, che precisa che molte case sono crollate e che scosse di assestamento continuano. L'Osservatorio ''Kandilli'' di Istanbul ha stimato tra 500 e 1000 le persone uccise dal terremoto di oggi nella provincia orientale turca di Van. Lo riferisce la Cnn turca. ''E' un sisma potente'', ha detto in una conferenza stampa Mustafa Gedik, capo dell'Istituto sismologico di Kandilli, a Istanbul, ''puo' aver causato tra i 500 e i mille morti''. Il vicepremier turco Besir Atalay ha riferito che il sisma nell'est della Turchia ha abbattuto circa dieci edifici a Van e tra i 25 e i 30 nel vicino distretto di Ercis. Lo riferisce con una scritta in sovrimpressione la Cnn turca.

Continua qui

Simoncelli è morto incidente choc in Malesia

Secondo giro, SuperSic scivola senza conseguenze ma viene colpito in testa dalla moto di Edwards che lo segue. Schianto tremendo, perde il casco e rimane immobile in pista. Mistero sulle sue condizioni per una lunga ora. Poi l'annuncio ufficiale

di VINCENZO BORGOMEO

SEPANG - Fermo, in mezzo alla pista. Simoncelli è stato appena colpito dalla moto di Edwards e di Rossi, perde il casco che rotola via come una palla. Sono queste le immagini choc del secondo giro del Gp della Malesia che gettano nello sconforto.

Poi una lunga, infinita, tremenda attesa, lunga 50 minuti, senza notizie ufficiali, senza nulla. Fra la disperazioni di parenti, amici e colleghi nei box. Poi arriva la notizia ufficuale: Simoncelli, il 24enne amico di tutti non c'è più. Nessuno osava dirlo ma lo pensavano tutti perché chi conosce le gare sa che quando non ci sono notizie è sempre un brutto segno. E quando un medico è uscito dalla clinica dicendo che SuperSic è arrivato in arresto cardiovascocircolatorio. E che "stanno lavorando", e che "il pilota ha il segno di una gomma sul collo". la tragedia inizia a delinearsi.

Ai box d'altra parte si moltiplicano scene di commozione e due piloti di immensa esperienza come Rossi e Capirossi si commuovono. E piangono. La gara viene cancellata ma chissene frega, e solo dopo la notizia della morte del pilota il video dello schianto ripetuto come una mantra sul circuito Tv della pista, smette di essere mandato in onda.

Continua qui 

Tragedia al primo giro del GP di Malesia. Il 24enne italiano cade e viene travolto. Inutili i soccorsi. Nel 2008 era stato Mondiale in 250

 

La lunga marcia No Tav con l'incubo infiltrati

No Tav, la lunga marcia pacifica. Gli attivisti nella baita "simbolo"

ROBERTO TRAVAN E MAURIZIO TROPEANO
CHIOMONTE

Il leader Perino: "Soddisfatti,  ma la battaglia non è finita". A32 chiusa, blocchi ai caselli:
16 fermi e 3 persone denunciate LA GIORNATA ORA PER ORA


Continua qui

 

sabato 22 ottobre 2011

Parigi: l'abito di cioccolato si scioglie in passerella

Al 17esimo salone del cioccolato di Versailles la presentatrice televisiva Karine Ferri indossa in passerella un goloso abito fatto in cacao durante una sfilata di vestiti realizzati interamente in cioccolato. Tra le numerose modelle che hanno calcato la scena la Ferri è stata protagonista di una piccola disavventura: la gonna si è sciolta poco dopo l'uscita in passerella e l'abito è letteralmente caduto a pezzi sotto lo sguardo degli spettatori
(a cura di B. Perilli)

Le foto

Assalto a blindato: un fermo a Chieti

Arrestato a Chieti con accusa tentato omicidio. Giovane gia' protagonista di altre azioni violente

ROMA -Un giovane e' stato arrestato a Chieti perche' ritenuto uno dei responsabili dell'assalto al furgone blindato dei carabinieri durante la manifestazione del 15 ottobre scorso degli Indignati. L'accusa e' di tentato omicidio. Il giovane e' stato identificato dai carabinieri del Ros di Roma coordinati dalla procura della capitale. Il giovane e' stato fermato mentre era in procinto di partire per la Val di Susa, dove domani e' in programma una manifestazione contro la Tav. L'identificazione del giovane e' avvenuta tramite l'esame di filmati e foto. A collaborare con i carabinieri del Ros di Roma, coordinati dal procuratore aggiunto Pietro Saviotti, i militari dell'Arma di Chieti e di Ariano Irpino. Il furgone blindato dei carabinieri era stato attaccato a colpi di pietre, bombe molotov ed altri oggetti nelle vicinanze di piazza San Giovanni. Il carabiniere, ferito, era stato costretto a fuggire, prima che il mezzo fosse dato alle fiamme.

Continua qui

E la vignetta anti-dittatori spopola sui blog

Ben Ali, Mubarak e ora Gheddafi. Nella lista nera della primavera araba restano i presidenti di Yemen e Siria: Saleh e Assad. Dopo la morte dell'ex raiss libici la vignetta anti-dittatori sta facendo il giro del Web.
 

Salvato albero piccola vedetta lombarda

Il frassino monumentale di voghera creava problemi di sicurezza

(ANSA) - MILANO, 21 OTT - L'albero della piccola vedetta lombarda di cui narra Edmondo de Amicis nel libro 'Cuore', un frassino monumentale alto alcune decine di metri,è stato salvato dall'incuria grazie ad un intervento disposto dalla Provincia di Pavia. L'albero che sorge a Voghera e al quale sono molto affezionati i cittadini, non godeva di buona salute e rischiava di mettere a repentaglio l'incolumità degli automobilisti.

Fonte

Libia, Nato: 'Fine missione il 31'. Giallo sulla sorte di Saif

Ancora mistero sulla cattura del delfino del Rais. Cnt, slitta a domani l'annuncio della 'liberazione'

di Paola Tamborlini
Se la morte di Gheddafi doveva significare la fine della guerra e la rinascita della Libia, l'obiettivo è ancora molto lontano. Il rais divide anche da morto, innanzitutto per come è morto: giustiziato dopo esser stato catturato. Ma non solo: sul futuro della Libia l'Alleanza atlantica, riunita in tutta fretta, ha faticato a prendere una decisione, con la Francia che voleva chiudere la missione e la Gran Bretagna che frenava. Solo in tarda serata si è raggiunta un'intesa: l'Alleanza, ha annunciato il segretario generale Anders Fogh Rasmussen dopo una riunione fiume del Consiglio atlantico, terminerà le operazioni il prossimo 31 ottobre. "Il nostro dovere l'abbiamo fatto, ora tocca al Cnt", ha detto Rasmussen. Già, il Cnt. La fine delle operazioni e la morte di Gheddafi rischiano di far esplodere anche lì divisioni finora sopite dalla comune lotta di liberazione contro il tiranno. 

Continua qui

Sciopero, "fermo un treno su due" Ma per le Ferrovie adesione al 15%

Secondo le associazioni di categoria lo stop interesserebbe il 55% dei convogli non garantiti. L'azienda: "Gran parte delle corse sono state effettuate regolarmente"

 

ROMA - Oggi è stata una giornata difficile per chi si sposta in treno a causa dello sciopero dei lavoratori del settore ferroviario 1. "Secondo i primi dati l'adesione è mediamente alta su tutto il territorio nazionale", riferisce la Filt Cgil, sottolineando che "lo stop, iniziato alle 9, interessa circa il 55% dei convogli non garantiti, principalmente nel trasporto regionale". Picco delle astensioni in Sicilia, dove ha scioperato il 70% del personale e 54 corse su 130 sono state soppresse fino alle 12. 

Dati diversi arrivano dalle Ferrovie dello Stato. L'azienda rileva che l'adesione allo sciopero è stata del 14,9%. Il 90% dei treni a media-lunga percorrenza ha circolato regolarmente.  


Continua qui

Terre di Stato, un tesoro da 6 miliardi offerta degli agricoltori per il patrimonio

Il ministro Romano: "Si può fare". Oggi con mille euro si può comprare un ettaro a Catanzaro, ma in Toscana ci vuole un milione . La disponibilità di 400 mila ettari permetterebbe di abbassare i costi d'acquisto

di JENNER MELETTI

CERNOBBIO - C'è un grande latifondista, in Italia: lo Stato. Secondo i dati del censimento dell'agricoltura svolto l'anno scorso, risulta proprietario di 338.127,51 ettari di terreno coltivabile, in termini tecnici Sau, superficie agricola utilizzata. La Coldiretti, fatta questa scoperta, ha subito presentato una proposta: vendete questa terra ai contadini, servirà anche a permettere l'accesso alle campagne a nuovi agricoltori, soprattutto giovani. E lo Stato, in cambio, incasserebbe una bella cifra: 6 miliardi e 221 milioni di euro. Proposta che, con i chiari di luna della finanza pubblica, è stata subito accettata - almeno a parole - dal discusso ministro all'Agricoltura Saverio Romano. "La accolgo immediatamente e domani la porto già confezionata a Berlusconi". 


Continua qui

venerdì 21 ottobre 2011

Milano, regista ucciso in teatro da ufficiale dell'esercito in congedo

Freddato a colpi di pistola in via Watt. Forse il delitto legato a un problema di soldi

Ucciso a teatro da un ufficiale in congedo dell’esercito. E’ ancora giallo, a Milano, sul delitto di Mauro Curreri, il regista freddato a colpi di pistola in via Watt. Secondo le prime informazioni Curreri stava girando un film sulla vita dell’aviatore Francesco Baracca ma, in passato, aveva avuto problemi con i pagamenti. Il fermato, Mauro Pastorello, ha 53 anni, un passato nell’esercito e aveva recitato in un film diretto da Curreri, «L’eroe di Podrute». È probabile che Pastorello sia entrato nel teatro di posa per chiedere il pagamento di una somma. Da qui sarebbe derivato il litigio sfociato in tragedia.

Fonte

In Giappone la moto che va a escrementi

Grazie a un serbatoio i rifiuti organici sono trasformati in biocarburante

Il suo passaggio non passa inosservato, se non altro per la scia di odori che potrebbe lasciare. In Giappone hanno inventato una moto alimentata da escrementi. I rifiuti organici sono trasformati in biocarburante. Ovviamente il sedile è stato adattato alle esigenze: un comodo wc con cui poter contribuire... La società che ha prodotto il mezzo (raggiunge almeno gli 80 km/h) spera di ridurre in questo modo le emissione di Co2 del 50% per i prossimi sei anni.

Fonte

Il restyling di Facebook non piace Gli utenti protestano sul web

Nuove funzioni e cambio di look ma i sondaggi bocciano il cambiamento

La nuova interfaccia di Facebook non piace a nessuno. Un paio di settimane fa il social network californiano ha improvvisamente rivoluzionato l’aspetto e le funzionalità delle proprie pagine ed i risultati, in termini di gradimento, non si sono fatti attendere. Pur considerando la ben nota sindrome del web design, secondo la quale qualsiasi pagina venga modificata scatenerà la reazione di molti che diranno “era meglio prima”, la platea di utenti arrabbiati per il nuovo look di Facebook ha superato ogni aspettativa.

Continua qui

"Carte false per coprire i problemi" Inchiesta sullo stadio, pm al lavoro

La procura di Torino: l'obiettivo era quello di ottenere l'agibilità in tempo utile. Ma l'acciaio utilizzato non sempre era conforme ai progetti

TORINO
Carte false per fare avere al nuovo stadio della Juventus l'agibilità in tempo utile per l'apertura del campionato: è questo il sospetto dei magistrati della Procura di Torino che si occupano dell'inchiesta che ieri ha portato a una serie di perquisizioni ed a tre avvisi di garanzia (due per i direttori dei lavori e uno per il collaudatore). Per alcune sovrastrutture è stato utilizzato acciaio non conforme. Gli inquirenti sospettano che durante la realizzazione il problema sia emerso, ma sia stato in qualche modo mascherato per accorciare i tempi e ottenere i permessi. Il reato di falso ideologico si riferisce a questo aspetto.

Fonte

Maltempo, ragazza muore nel Napoletano travolta da fiume d'acqua

NAPOLI (Reuters) - Una ragazza di 23 anni è stata travolta nella notte da un fiume d'acqua provocato dal maltempo a Pollena Trocchia, in provincia di Napoli. Lo riferiscono i carabinieri.
La ragazza si trovava con un'amica, che però si è salvata.

Fonte

Oggi sciopero Fs: treni a rischio dalle 9 alle 17

Sul sito delle Ferrovie le corse cancellate e garantite. Il numero del call center.

Treni a rischio, oggi venerdì 21 ottobre, per lo sciopero nazionale di tutto il personale Fs indetto dalle 9 alle 17.
Per avere ulteriori informazioni è a disposizione il Call Center al numero gratuito 800/892021, attivo fino alle ore 9 di domani, sabato 22 Ottobre.
Per i treni di lunga percorrenza è stato predisposto uno speciale programma di circolazione, che comprende e integra i servizi essenziali previsti in caso di sciopero. 
 
Sul sito di Fs, tutti i treni confermati o cancellati per oggi.

Fonte

 

Nubifragio a Roma, video dei lettori: il collage

Continua qui

Un giro in kayak: si ritrova faccia a faccia con la balena

Al largo di Redondo Beach, sulle coste della California, può succedere anche questo: fare un giro in kayak in compagnia di una gigantesca balenottera azzurra. MrRJCtube - così si fa chiamare l'utente che ha caricato su YouTube il filmato che state vedendo - è il protagonista di questa incredibile avventura. L'uomo, colto di sorpresa dall'arrivo del cetaceo, non si è lasciato intimorire. Con coraggio anzi si è gettato in acqua per cercare volutamente un incontro ravvicinato con l'animale, documentato dalla piccola telecamera anfibia che "indossava".

Il video

Bankitalia, alla fine l'outsider Berlusconi sceglie Ignazio Visco

Il premier, dopo l'ennesima giornata di braccio di ferro con Giulio Tremonti, per la successione a Mario Draghi indica l'attuale vicedirettore. Il Consiglio superiore dell'istituto gradisce ma commenta: "Gestione spiacevole della vicenda". Bossi: "Puntavamo su un altro, Napolitano decisivo". Bersani: buona scelta. Di Pietro: "Non lo conosco, spero riporti credibilità"

 

ROMA - Sarà Ignazio Visco, napoletano, classe '49 1, attuale vicedirettore, il nuovo governatore della Banca d'Italia. La scelta, inattesa, è arrivata alla fine di una giornata che Berlusconi aveva annunciato ieri come all'insegna di una semplice formalità (la stesura materiale della lettere al Consiglio superiore dell'istituto di via Nazionale), ma che si è consumata invece nell'ennesima estenuante trattativa sul filo dell'ultimo secondo utile. Il premier aveva promesso infatti la lettera per oggi, come se la scelta fosse ormai stata fatta, ma lo scontro sul nome del successore di Mario Draghi si è portato via l'intero pomeriggio con un inconsueto vertice a Palazzo Chigi  al quale hanno partecipato oltre a Gianni Letta e Giulio Tremonti, anche Bossi, Calderoli, Romani e Brunetta. 


Continua qui

giovedì 20 ottobre 2011

Carabinieri, protesta senza precedenti "Basta belle parole e ringraziamenti ipocriti"

Tagli e botte in piazza: dopo la protesta di piazza dei poliziotti 1 alla quale s'erano associati i militari dell'esercito, arriva quella, a sorpresa, dei carabinieri, che in un comunicato del Cocer attaccano la casta, il governo e il premier. Non era mai successo a un esecutivo di suscitare la contemporanea protesta di polizia, carabinieri ed esercito per i tagli a sicurezza e difesa.

Continua qui

Libia, Cnt: "Ucciso Gheddafi" Cnt conferma la morte del rais

Dopo settimane di assedio, le truppe del Consiglio nazionale di transizione hanno espugnato Sirte, ultima roccaforte delle forze lealiste. Dopo la caduta della città, hanno iniziato a inseguirsi voci sempre più circostanziate riguardanti prima la cattura del Rais e poi la sua morte, confermata poi da fonti militari dei ribelli, dall'ambasciatore libico a Roma e dai vertici del Consiglio nazionale transitorio. Il Colonnello stava cercando di fuggire all'alba quando il suo convoglio è stato attaccato da aerei Nato. Ferito in uno scontro a fuoco con i miliziani del Cnt, Gheddafi sarebbe poi spirato. Il ministro della Difesa, Ignazio La Russa: "Con la caduta di Sirte anche la nostra missione è terminata"

Continua qui 

Il diciottenne che ha preso Gheddafi in trionfo con la sua pistola d'oro

 

Nubifragio: Roma in tilt, un morto La pioggia ferma anche Napolitano

Un'altra persona è dispersa. Pioggia e vento, traffico in tilt. Duemila richieste di aiuto al 112
Ritardi a treni e aerei. Chiusa la metro, bus deviati Alemanno: "Chiederò lo stato di calamità naturale"

 

ROMA
Allagamenti e caos a Roma a causa del nubifragio che dalle prime ore della mattina si è abbattuto sulla capitale. Autobus bloccati, la metro ferma, traffico in tilt con le vetture bloccate dall'acqua arrivata agli sportelli, e circa 2 mila chiamate con richieste d'aiuto ai carabinieri. Un anziano è morto annegato in un seminterrato. Un'altra persona risulta dispersa. Persino il Capo dello Stato, Giorgio Napolitano, è stato costretto a ritardare la partenza per Pisa. Il sindaco Gianni Alemanno ha annunciato che chiederà al presidente della Regione Lazio Renata Polverini «il riconoscimento dello stato di emergenza e il riconoscimento dello stato di calamità naturale per l’agricoltura e la protezione civile. E' stata una pioggia torrenziale assolutamente imprevista dai bollettini meteo, al di sopra di ogni media stagionale».


Continua qui

Terremoto, la Val Trebbia è una zona sismica: “Potrebbero seguire altre scosse”

Genova. La Val Trebbia è una zona sismica, quindi scosse di intensità come quella di stamattina non sono una novità e soprattutto potranno seguirne ancora. “Si tratta di una zona sismica”, spiega Daniele Spallarosso, sismologo e docente all’università di Genova. “In quell’area – aggiunge – registriamo periodicamente fenomeni di intensità medio-bassa e, ogni tanto, anche eventi più significativi, come quello di questa mattina”.

Le scosse registrate oggi, tra i 3.3 e i 4 gradi della scala Richter, sono state precedute da una intensa attività sismica: “sono parecchi giorni – precisa il sismologo – che osserviamo questa attività tra i comuni di Santo Stefano D’Aveto e Rezzoaglio”.
Le due scosse di questa mattina sono state registrate tra le 8.10 e le 8.11 e sono state seguite da uno sciame sismico. “Scosse di intensità più piccola – conclude Spallarossa – a cui probabilmente ne seguiranno delle altre ancora”.

Fonte

Nervi, anziano ucciso da un’onda anomala

Genova - Un anziano di 83 anni è stato travolto da un’onda anomala nella tarda mattinata a Genova Nervi.
L’uomo era sugli scogli, vicino alla riva, all’altezza dei bagni Medusa, insieme ad un giovane di 25 anni. All’improvviso entrambi sono stati risucchiati in mare da un’onda.
Il giovane si è aggrappato ad uno scoglio, emergendo subito: l’anziano invece è finito in mare ed è stato recuperato dai soccorritori. Per lui però non c’era più niente da fare. La vittima è Tullio Devincenzi, 81r anni, residente a Genova Coronata

Continua qui

Scontri, nove giovani restano in carcere due ai domiciliari, uno torna in libertà

Indignati

Dopo una giornata di interrogatori e oltre sei ore di camera di consiglio la decisione del gip Elvira Tamburelli sui 12 arrestati per gli incidenti di sabato scorso a Roma

di VIOLA GIANNOLI e ANGELA MARIA ERBA

ROMA - La decisione del gip Elvira Tamburelli è arrivata a notte fonda, dopo che nel corso della giornata si erano susseguiti gli interrogatori 1 di garanzia dei 12 manifestanti fermati sabato dopo gli incidenti e le violenze che hanno trasformato il corteo degli indignati in un pomeriggio di devastazione nel centro della capitale. Dopo oltre sei ore di camera di consiglio, il magistrato ha stabilito che nove giovani resteranno in carcere, due andranno agli arresti domiciliari, mentre uno tornerà libero. Il reato contestato dalla procura è quello di  resistenza pluriaggravata a pubblico ufficiale.

LO SPECIALE SUGLI INCIDENTI DEL 15 OTTOBRE 2



Continua qui

Truffa vip:Consob e Bankitalia al vaglio

Verifiche sulla megatruffa contestata al Madoff dei Parioli

ROMA, 19 OTT - La procura di Roma ha avviato accertamenti, secondo quanto si e' appreso, su Consob e Bankitalia nell'ambito dell'inchiesta sulla megatruffa ai danni di vip e professionisti della Capitale attribuita ad un gruppo di operatori finanziari capeggiata da Gianfranco Lande, il cosiddetto ''Madoff dei Parioli''.

Fonte
 

Berlusconi: stretta su Bankitalia. Napolitano: subito riforme per la crescita

Berlusconi, oggi invierò lettera con il nome. Monito Napolitano: 'Subito riforme per crescita'

ROMA - Stretta su Bankitalia. E' ballottaggio tra il direttore generale di via Nazionale Saccomanni e Bini Smaghi, consigliere esecutivo della Bce. Berlusconi ne parla al Colle, mentre il leader del Carroccio insiste su Grilli.
NAPOLITANO, SUBITO RIFORME - 'E' il momento di abbattere a ritmo sostenuto il muro del debito pubblico. Le riforme sono impellenti, ciascuno faccia la sua parte, anzitutto il governo'. Giorgio Napolitano chiede una 'netta assunzione di responsabilità'. E sottolinea la necessità di mettere al centro la disoccupazione e le frustrazioni dei giovani. ''Non posso tacere la mia angustia poichè le condizioni non si sono finora verificate''.

Continua qui

 

mercoledì 19 ottobre 2011

Lavitola con Frattini al vertice ufficiale l'opposizione chiede le dimissioni

Un filmato dell'emittente Tch mostra il capo della Farnesina in compagnia dell'ex direttore dell'Avanti. Il ministro: "Non era un incontro ufficiale".  L'Idv: "Uno che prende ordini da un faccendiere non può rappresentarci"

 

ROMA - Lavitola incontra il vicepremier albanese, grazie a Frattini. Nonostante le smentite del ministro, la conferma di una tv albanese che mostra le foto ufficiali. Si apre un nuovo fronte per il governo, dall'opposizione il ministro viene ritenuto ormai inadatto a guidare la Farnesina.

I fatti. Dopo la pubblicazione su Repubblica delle intercettazioni del faccendiere Valter Lavitola con il capo della segreteria della Farnesina in cui venivano fatte pressioni per organizzare un incontro con il vicepremier albanese Meta, il ministro degli Esteri Franco Frattini ha dichiarato a Canale 5:  "Dalla pubblicazione si evince con assoluta inequivocabile chiarezza che mai ho mescolato l'attività istituzionale con altri tipi di incontro". Ma un servizio della tv albanese Tch lo smentisce: nella corrispondenza da Roma, la giornalista Irida Cami mostra una foto dell'incontro del 21 ottobre 2009 il cui l'ex direttore dell'Avanti appare in compagnia di Frattini e del vicepremier e ministro degli Affari Esteri albanese Ilir Meta.

Continua qui


 

Maroni: "Legge per arresti preventivi si preannuncia un autunno caldo"

Il ministro dell'Interno in Senato dopo gli scontri di sabato: "La cieca violenza di tremila incappucciati ha oscurato la protesta pacifica di migliaia di persone. Volevano il morto, come a Genova". E lancia l'allarme in vista della manifestazione in Val di Susa

 

ROMA -"C'era l'intenzione di attaccare sedi istituzionali, in primo luogo Camera e Senato. La polizia ha svolto il suo compito con integrità e precisione. C'era la volontà di ricreare l'incidente avvenuto a Genova durante il G8 e solo grazie alle forze ordine si è impedito che ci scappasse il morto". A parlare è il ministro dell'Interno Roberto Maroni nell'informativa al Senato sugli incidenti di sabato scorso 1 a Roma. Maroni è al Senato per chiedere nuove misure in grado di prevenire le violenze di piazza: "La nuova emergenza di ordine pubblico che si è manifestata a Roma ha la sua principale fonte nell'area anarchica". 


Continua qui

Profumo accusato di frode fiscale Sequestrati 245 milioni a Unicredit

Sotto inchiesta altri 16 manager. Il reato risalirebbe al 2007-2008 e sarebbe stato commesso con la banca inglese Barclays. L'istituto di credito italiano avrebbe risparmiato. L'azienda: "Siamo molto sorpresi"
di WALTER GALBIATI

 

MILANO - Alessandro Profumo, ex amministratore delegato di Unicredit, è indagato dalla Procura di Milano per frode fiscale nell'ambito del caso 'Brontos'. Con lui, sotto inchiesta, altri 16 manager della banca. E a Unicredit sono stati sequestrati 245 milioni, quantificati come il profitto del reato che sarebbe stato commesso dalla banca tra il 2007 e il 2008 attraverso l'operazione. La presunta maxi frode fiscale sarebbe stata organizzata con la banca inglese Barclays, con interessi travestiti da dividendi.
 

Continua qui

martedì 18 ottobre 2011

Svezia, condannate 23 donne e un uomo per pedopornografia

Secondo gli investigatori si tratta di un caso unico

Il tribunale distrettuale di Falu, in Svezia, ha condannato 23 donne e un uomo per reati pedopornografici. Secondo gli investigatori si tratta di un caso unico, a causa dell'alto numero di donne coinvolte. Queste, di età compresa fra i 38 e i 70 anni, hanno ricevuto multe fra le 2.500 e 18mila corone svedesi, ovvero tra 270 e 1965 euro. L'unico uomo imputato, 43 anni, è stato condannato a un anno di carcere per pornografia infantile aggravata. La corte sostiene che le donne abbiano ricevuto dall'uomo decine di video pornografici e fotografie di bambini e che abbiano discusso con lui online in dettaglio. Il materiale comprende immagini di bimbi di ogni età, da neonati a teenager. Ancora non è chiaro se i condannati ricorreranno in appello.

Fonte

Roma, arrestato il ragazzo dell'estintore "Sono pentito, ma non un black bloc"

È stato identificato dal tatuaggio sul corpo. Soprannominato "er pelliccia", si è difeso sostenendo che stava tentando di spegnere un incendio. E' accusato di resistenza pluriaggravata. I genitori avrebbero collaborato con la polizia

 

ROMA - E' lui il ragazzo dell'estintore: un giovane studente romano di 24 anni, identificato e fermato dagli agenti della Digos, perché ritenuto tra i responsabili dei disordini avvenuti sabato scorso a Roma durante il corteo degli Indignati. Fabrizio Filippi, che ha alcuni precedenti per stupefacenti ed è noto con il soprannome di "er pelliccia", è stato fermato sotto casa dagli agenti.

"Sono pentito ma non sono un black-bloc. Probabilmente mi sono lasciato trascinare dagli avvenimenti". È il commento di Filippi, come riferito dal padre, dopo l'arresto.

Continua qui

 

Addio ad Andrea Zanzotto fra i grandi della poesia

Più volte vicino al Nobel per la letteratura, il poeta è morto a Conegliano Veneto. Lo scorso 10 ottobre aveva compiuto 90 anni. Cordoglio del mondo politico e culturale. Galan: "Immortale la sua opera"

TREVISO - Il poeta Andrea Zanzotto è morto oggi all'ospedale di Conegliano Veneto. Il 10 ottobre aveva compiuto 90 anni. Zanzotto, il cui nome era stato caldeggiato più volte per il Nobel della letteratura, era stato ricoverato ieri, ed è spirato alle 10.30 di oggi per un collasso cardiocircolatorio. Il grande intellettuale negli ultimi anni era stato ricoverato varie volte.

Continua qui

Poliziotti contro tagli 'assediato' parlamento

Proteste in varie citta'

Un centinaio di poliziotti di diverse sigle sindacali sta manifestando davanti alla Camera ed al Senato contro i tagli al comparto sicurezza. Al sit-in fusti di benzina vuoti per chiedere simbolicamente ai cittadini una colletta per l'acquisto di carburante da destinare ai mezzi a secco per mancanza di risorse.

Continua qui

Ghilad Shalit e' libero, riabbraccia la famiglia

Il caporale parla alla televisione egiziana: 'Ho sempre confidato nella mia liberazione'

Ghilad Shalit e' libero e sulla via di casa. Dopo oltre cinque anni di prigionia nella Striscia di Gaza, il giovane militare israeliano e' stato restituito oggi al suo Paese e alla sua famiglia sulla base dell'accordo siglato nei giorni scorsi con Hamas e in cambio del rilascio di centinaia di detenuti palestinesi che nelle stesse ore cominciavano ad attraversare i confini in senso contrario. Smagrito, ma ''in buone condizioni'', secondo le sue stesse parole e gli esiti della prima visita medica, il giovane carrista catturato neppure ventenne nel giugno del 2006 e' ricomparso come dall'oltretomba di fronte alla tv egiziana prima del rimpatrio e dell'abbraccio tanto atteso con papa' Noam e mamma Aviva. E ha manifestato subito un lucido e sobrio auspicio di ''pacificazione'' fra israeliani e palestinesi: dicendosi solidale verso il destino dei reclusi scarcerati in cambio della sua liberta', ma a patto che essi ora tornino ''a casa'', come lui, e ''rinuncino alla lotta armata''.

Continua qui

Censimento: 7 milioni in 7 giorni

Presidente Istat, 4 milioni sono stati compilati online

(ANSA) - ROMA, 18 OTT - Sono 7 milioni i questionari del censimento compilati in sette giorni, di cui 4 milioni online.

Il dato e' stato fornito dal presidente dell'Istat, Enrico Giovannini, nel corso della conferenza stampa sulla presentazione dell'operazione ''Open data'' al ministero della Pubblica amministrazione. ''Sono oltre mezzo milione al giorno'' quelli compilati online, ha spiegato Giovannini, parlando del censimento come una ''grande operazione''

Fonte

Processo Mediatrade, Berlusconi prosciolto

A giudizio il figlio Pier Silvio e Fedele Confalonieri, processo il 22 dicembre

MILANO - Il gup di Milano, Maria Vicidomini, ha prosciolto per non aver commesso il fatto Silvio Berlusconi imputato con altri per il caso Mediatrade.

Il gup di Milano, Maria Vicidomini, ha rinviato a giudizio Pier Silvio Berlusconi, Fedele Confalonieri e tutti gli altri imputati, tranne Silvio Berlusconi, per il caso Mediatrade.
Il processo sul caso Mediatrade nei confronti di Pier Silvio Berlusconi e Fedele Confalonieri, accusati di frode fiscale, e di altri 9 imputati, tra i quali il produttore Frank Agrama e il mediatore Daniele Lorenzano, è fissato per il prossimo 22 dicembre davanti alla seconda sezione penale del Tribunale a Milano.

Continua qui

Genova nella morsa dei piromani

Genova - «Presto, portate fuori i bambini, chiamate i genitori, dobbiamo andare via da qui subito». Sono le 15 di ieri quando alla sommità di via Fratelli Cervi, sotto al Biscione, si tocca l’apice di paura della 24 ore di fiamme, fuoco e cenere sulla città cominciata domenica pomeriggio con gli incendi di Pegli, Sestri e San Gottardo.
È l’istante in cui gli allievi della scuola elementare “Giosuè Borsi” vengono fatti uscire dall’edificio raggiunto dal fumo dell’ultimo rogo, partito poco prima da via Magretti. Il principale timore dei pompieri e degli agenti della Forestale (impegnati nelle indagini oltre che nel coordinamento dei voli dei canadair) è che sia scattato il meccanismo dell’emulazione. E che gli incendiari esaltati dalle colline in fiamme stiano cominciando ad appiccare roghi a ripetizione, un po’ come accaduto domenica pomeriggio ai due estremi della città.

Continua qui

Padre Tentorio: ''La scuola per aiutare i più deboli''

Padre Fausto Tentorio, missionario del Pime, da 33 anni nelle Filippine lavorava a fianco delle popolazioni indigene per la salvaguardia delle loro terre. Il sacerdote è stato ucciso ad Akaran, sull'isola di Mindanao, da un uomo armato di pistola. In questa intervista raccontava la lotta contro l'analfabetizzazione tra i Manobo

Il video

Varese, Bossi contestato: la base contro il Senatùr

Varese, 9 ottobre congresso della Lega. Si scatena la rabbia tra i militanti del Carroccio al termine del discorso di Bossi dopo la decisione di non mettere ai voti l’indicazione del Senatùr su Maurilio Canton come nuovo segretario provinciale. Seguono interventi infuocati dei partecipanti 

Il video

Suora si immola contro l'occupazione cinese E' il nono caso negli ultimi otto mesi

Tenzin Wangmo, 20 anni, si è data fuoco non lontano dal suo monastero, nella provincia del Sichuan. Tensione altissima in tutta la zona

 

SHANGHAI - Una suora tibetana si è data fuoco per protestare contro l'occupazione cinese. Tenzin Wangmo, 20 anni, è la nona persona che si immola dal marzo scorso, la prima donna. Nel solo mese di ottobre gli episodi di questo tipo sono stati cinque.

Fonti del governo tibetano in esilio in India hanno reso noto che la religiosa si è data fuoco nei pressi del suo monastero, il Mamae Dechen Choekhorling Nunnery, a circa tre chilometri dalla città di Ngaba (Aba per i cinesi), nella provincia sud occidentale del Sichuan.


Continua qui

Maroni: "Nuove misure contro le violenze" Di Pietro: "Torniamo alla legge Reale"

Il leader dell'Idv dopo gli incidenti di sabato: "Si devono prevedere arresti e fermi obbligatori e riti direttissimi con pene esemplari". Il ministro dell'Interno: "Sono d'accordo". Bonelli (Verdi): "Proposta irricevibile". Montezemolo: "Sono successe cose allucinanti". Mantovano: "I magistrati non siano indulgenti"

 

ROMA - "Si deve tornare alla Legge Reale. Anzi bisogna fare la 'legge Reale 2'. Contro atti criminali come quelli di Roma. Si devono prevedere arresti e fermi obbligatori e riti direttissimi con pene esemplari". E' quanto propone il leader Idv Antonio Di Pietro per fronteggiare una "situazione d'emergenza come l'attuale". Parole che fanno riferimento agli incidenti avvenuti a Roma 1sabato durante la manifestazione degli indignati. Invoca la linea dura l'ex pm: "Non è tempo di rimpalli ma di un'assunzione di responsabilità da parte di tutte le forze politiche  per creare una legislazione speciale e specifica che introduca specifiche figure di reato, aggravamento dei reati e delle pene oggi previste, allargamento del fermo e dell'arresto, riti direttissimi che permettano in pochi giorni di arrivare a sentenza di primo grado". Sul fronte preventivo secondo il leader idv dovrebbero essere inserite disposizioni "già sperimentate per gli ultrà sportivi", come "il divieto di dimora in particolari giornate, o l'obbligo di dimora". La proposta di Di Pietro piace al ministro dell'Interno Roberto Maroni: "Sono d'accordo con Di Pietro, domani annuncerò nuove misure legislative, che possano consentire alle forze dell'ordine di prevenire più efficacemente le violenze come quelle di sabato". Un no netto arriva invece dal vicepresidente del Csm Michele Vietti: "Sono contrario a legiferare sull'onda dell'emotività. Questo produce una legislazione contraddittoria e inefficace". 

 

Continua qui 

lunedì 17 ottobre 2011

Omsa, le operaie restituiscono la tessera Cgil

L’Omsa come la Vynils: cronaca di una morte annunciata. A Faenza non ci sono segnali per la riconversione del sito produttivo. Non migliore è la situazione negli stabilimenti dell’industria chimica di Porto Torres e Marghera, che sono prossimi alla chiusura.

Continua qui

Black bloc, Ritratto di un antagonista

Incappucciati e vestiti di nero irrompono nei cortei, colpiscono e si dileguano

Un manifestante con lil caratteristico abbigliamento nero, il viso coperto e la trasmittente  
Un manifestante con il caratteristico abbigliamento nero, il viso coperto e la trasmittente
 
Dai primi attacchi di  Seattle nel 1999, di Goteborg nel 2000,di Genova nel 2001, di  Salonicco nel 2003, e di  Copenaghen nel 2009,  i black bloc, da una decina di anni,   con la stessa uniforme nera  irrompono nelle  manifestazioni di piazza e colpiscono, confondendosi con i manifestanti, quelli che considerano gli obiettivi capitalisti.
Sabato scorso sono riapparsi a Roma.  L'unica buona notizia è che non c'é scappato il morto, come, invece, era accaduto a Genova.
Perché la guerriglia di Roma ha ricordato in tutto e per tutto l'incubo del G8 del 2001: una violenza cieca e cattiva, centomila manifestanti e migliaia di romani ostaggio di 500 incappucciati che hanno fatto di tutto, nonostante le cariche pesantissime da parte delle forze dell'ordine.
Alla fine il bilancio è stato di 70 feriti tra poliziotti e manifestanti (3 gravi), 12 arrestati e due quartieri della capitale devastati.

Continua qui

 

Minori, anziani, non autosufficienti addio servizi, in 600 rischiano il lavoro

Grido d'allarme del Terzo Settore: "Così si smantella tutto". Il portavoce Claudio Regazzoni "Serve un confronto non ci dicano che i soldi sono quelli"
Il presidente dell'Arci, Walter Massa: "Se ci cancellano è un disastro per tutti"

di NADIA CAMPINI

Il centro diurno dove il nonno malato di Alzheimer che non è in grado di badare a se stesso passa la giornata mentre i suoi familiari sono al lavoro, il ricovero che accoglie il senza-tetto nelle notti invernali, l'asilo nido in convenzione col Comune dove finalmente è saltato fuori il posto per la famiglia che non ha nonni ai quali lasciare il piccolo: sono le mille facce del sistema dei servizi sociali garantiti dal terzo settore, cooperative, associazioni e volontariato, che ogni giorno assistono, in modo più o meno ampio, 35.000 genovesi di tutte le fasce di età, dai neonati agli anziani non autosufficienti. Il sistema che fino ad oggi ha retto il precario equilibrio di una società in affanno anche solo per motivi demografici, visto a che a Genova il 27% degli abitanti hanno superato i 65 anni d'età, rischia oggi di essere completamente cancellato dalle manovre economiche del governo. 


Continua qui