sabato 2 luglio 2016

Bangladesh, 9 vittime italiane accertate nell'assalto dell'Isis a Dacca. Erano in 11 nel locale

Le teste di cuoio liberano 13 ostaggi e uccidono 6 jihadisti. Ieri sera l'attentato del commando di terroristi islamici

Claudio, Adele, Simona e le altre vittime dell'assalto di Dacca

 

Sono almeno venti i civili uccisi nell'assalto jihadista al caffè di Dacca, in Bangladesh, liberato stamattina all'alba da un blitz delle forze speciali. Le vittime sono tutte straniere, tra queste nove italiani. "Sono nove le vittime italiane accertate finora", ha detto il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni.
Ecco le vittime italiane: sono Adele Puglisi, Marco Tondat, Claudia Maria D'Antona, Nadia Benedetti, Vincenzo D'Allestro, Maria Rivoli, Cristian Rossi, Claudio Cappelli e Simona Monti.
Le autorità di Tokyo hanno annunciato che ci sono sette giapponesi tra le vittime di Dacca, cinque uomini e due donne.
"Abbiamo seguito tutta la notte gli eventi - ha dichiarato Matteo Renzi - sperando in esiti diversi. Ora un velivolo della Presidenza è in volo verso Dacca. Notizie ufficiali" verranno date prima alle famiglie delle vittime. Davanti alla tragedia dell'estremismo radicale, credo sia il momento in cui l'Italia unita dia un messaggio di dolore e compassione. Piangiamo lacrime di solidarietà e cordoglio, ma è anche il momento di lanciare un messaggio di determinazione: l'Italia non arretra davanti alla follia di chi vuole disintegrare la vita quotidiana, siamo colpiti ma non piegati".

Continua qui

Bangladesh: 20 morti tutti stranieri

 

Strage di Dacca, lo chef italiano sopravvissuto: "Cucinavo una pasta, poi gli spari e la fuga"

 

 

 

 

 

 

 

Nessun commento:

Posta un commento