mercoledì 30 novembre 2016

Messina, incidente su una nave ex Siremar: tre marittimi morti e uno gravissimo

Stavano effettuando la manutenzione di una cisterna di gas e sono rimasti intossicati. Altri cinque marittimi in osservazione, la Caronte & Tourist avvia un'indagine interna. Renzi: "Dolore insopportabile". Mattarella: "Tragedie che non si possono più ripetere"


MESSINA - Gravissimo incidente sul lavoro su una nave della Caronte & Tourist, ex Siremar, nel porto di Messina. Tre marinai sono morti e un altro è rimasto gravemente intossicato durante i lavori di manutenzione di una cisterna del traghetto Sansovino, mentre era attraccato al molo San Raineri. Uno dei marinai è morto sulla banchina, gli altri due all'ospedale Papardo e al Policlinico. Il quarto marittimo è stato ricoverato in condizioni disperate. Le tre vittime sono Gaetano D'Ambra, secondo ufficiale di coperta di Lipari, Christian Micalizzi, primo ufficiale di Messina; Santo Parisi, operaio di Terrasini. Il marittimo ricoverato in gravi condizioni si chiama Ferdinando Puccio. 

Continua qui

martedì 29 novembre 2016

Morti in corsia, arrestati medico e infermiera amanti. Lui diceva: "Sono l'angelo della morte"

Indagini dei carabinieri su almeno quattro casi nel Varesotto

Un medico e un'infermiera dell'ospedale di Saronno (Varese), amanti, sono stati arrestati con l'accusa di omicidio per alcune morti sospette in corsia e per il presunto omicidio del marito di lei.

Leonardo Cazzaniga, anestesista di 60 anni, è accusato dell'omicidio di 4 anziani pazienti fra il 2012 e il 2013 all'ospedale di Saronno (Varese) dove lavorava e, successivamente, di aver ammazzato con Laura Taroni - infermiera dello stesso reparto arrestata anche lei oggi e ritenuta dalla Procura di Busto Arsizio l'amante del medico - il marito di lei, morto non in ospedale. Per entrambi l'accusa è comunque di omicidio volontario.

Continua qui

Arrestata la coppia, 14 indagati anche un primario:

Saronno, morti sospette in corsia: arrestati medico e l'amante infermiera. Le intercettazioni shock


 

 

Emma Morano, la più anziana al mondo, compie 117 anni. Auguri da Mattarella

Festa e uno spettacolo a cavallo dei 3 secoli per Emma Morano

La donna più anziana al mondo, Emma Morano, compie oggi 117 anni e tra le tante manifestazioni di affetto riceve anche gli auguri del presidente della Repubblica Mattarella. Il giorno del compleanno sarà in realtà normale, come tutti gli altri, nella sua casa di Verbania: si alzerà di mattino presto, com'è solita fare. La colazione, poi la visita dei parenti che la vanno a trovare, tutti i giorni. Nel pomeriggio, riceverà il sindaco di Verbania, Silvia Marchionini, mentre gli amici le prepareranno qualche sorpresa. Nella sua casa è attesa anche la troupe di una tv tedesca.

Continua qui

 

Colombia: cade aereo con squadra di calcio brasiliana Chapecoense

A bordo 81 persone, solo 5 sopravvissuti, quindi i morti sono 76

Un aereo charter con 81 persone a bordo (72 passeggeri e nove membri dell'equipaggio), tra cui i giocatori della squadra di calcio di serie A brasiliana Chapecoense, si e' schiantato in Colombia. Il volo era partito dall'aeroporto internazionale di San Paolo, in Brasile, aveva fatto scalo in Bolivia ed era diretto all'aeroporto internazionale di Medellin. Solo cinque persone sono sopravvissute alla sciagura. Tra questi, uno dei difensori della Chapocoense: Alan Ruschel, 27 anni. L'atleta è ricoverato all'ospedale municipale de La Ceja. Le vittime sono dunque 76.

Fonte (Ansa)

"Lapo Elkann simula sequestro, arrestato a New York"

Media americani: voleva 10mila dollari dopo due giorni tra escort, alcol e droga

Lapo Elkann e' stato arrestato e poi rilasciato dalla polizia di New York per aver simulato un sequestro allo scopo di ottenere dalla famiglia 10mila dollari dopo aver speso tutto il insieme a un escort con cui avrebbe fatto due giorni di bagordi a Manhattan consumando alcol e droga: lo scrivono tre testate Usa, citando fonti di polizia. L'accusa e' di falsa denuncia. Fonti vicine a Lapo interpellate dall'ANSA dichiarano "di non avere nulla da commentare o da aggiungere alla notizia circolata".

Continua qui

lunedì 28 novembre 2016

Istat, prosegue il calo delle nascite: -17mila nel 2015


Nel 2015 sono stati iscritti in anagrafe per nascita 485.780 bambini, quasi 17 mila in meno rispetto al 2014, a conferma della tendenza alla diminuzione della natalità (-91 mila nati sul 2008). Lo riferisce l’Istat. Il calo è attribuibile principalmente alle coppie di genitori entrambi italiani. I nati da questa tipologia di coppia scendono a 385.014 nel 2015 (oltre 95 mila in meno negli ultimi sette anni). Ma per il secondo anno consecutivo scende anche il numero di nati da coppie residenti in Italia con almeno un genitore straniero: sono quasi 101 mila nel 2015, pari al 20,7% del totale dei nati a livello medio nazionale (circa il 29% nel Nord e l'8% nel Mezzogiorno). Così come continua anche il calo dei nati da genitori entrambi stranieri: nel 2015 scendono a 72.096 (quasi 3 mila in meno rispetto al 2014). In leggera flessione anche la loro quota sul totale delle nascite (pari al 14,8%).

Continua qui

Referendum, Financial Times: "Se vince il No, 8 banche a rischio fallimento"

Se vincerà il 'no' al referendum del 4 dicembre, "fino a otto banche italiane in difficoltà saranno a rischio fallimento", in quanto l'incertezza sui mercati allontanerà eventuali investitori per ricapitalizzarle. Lo scrive il Financial Times online citando fonti ufficiali e bancarie di alto livello.
Secondo il quotidiano della City, le banche a rischio sono otto: il Monte dei Paschi di Siena, la terza banca italiana per asset; tre banche di medie dimensioni (Popolare di Vicenza, Veneto Banca e Carige), quattro piccole banche 'salvate' l'anno scorso: Banca Etruria, CariChieti, Banca delle Marche e Cariferrara.

Secondo le fonti del Ft, lo scenario da incubo sarebbe il seguente: fallisce il salvataggio di Montepaschi, e crolla la fiducia in generale "mettendo in pericolo una soluzione di mercato per le banche in difficoltà" italiane, soprattutto se il premier Matteo Renzi si dimetterà.

Continua qui

Licenziamenti a valanga per Unicredit, Intesa San Paolo, BNL, Monte Paschi, Veneto Banca, Banca Popolare di Vicenza 

 

Milano piegata dalle banche (-1,8%) su effetto referendum, Mps -14%. Ancora tensione sullo spread

 

Referendum, ecco la guida illustrata alla riforma

ULTIMISSIME: GELO INCREDIBILE! Carte pazzesche per i primi giorni di dicembre! Sarà davvero così?

Sospettavamo che il modello americano ci avrebbe stupito con emissioni ancora più votate al freddo e alla neve e sta succedendo. Freddo di quelli tosti in arrivo da est entro martedì 6 dicembre? 

 

"Gol incredibile" direbbe il telecronista del calcio Sandro Piccinini. Nel meteo un'espressione del genere si usa solo per descrivere un'irruzione fredda da est, perché davvero una massa d'aria gelida che rientra dai quadranti orientali è qualcosa che si vede sempre più raramente e fa notizia, specialmente dopo il digiuno delle ultime 3 stagioni.

Certamente l'attendibilità non è ancora alta, ma è in continua crescita; per la verità il modello americano ha gettato il sasso da sabato, poi ha nascosto la mano, poi ne ha lanciato un altro e un altro ancora, oggi ha lanciato una pietra, e una pietra fa rumore e non passa inosservata.

L'azione del muro anticiclonico sul centro Europa sembra farsi sempre più convinta per i primi giorni di dicembre secondo l'emissione del modello americano, con conseguenze gelide, forse anche nevose sullo Stivale, a causa della formazione al suolo di una profonda depressione sul Mediterraneo centrale.

Continua qui

MeteoLive: Notizie delle ultime ore:

(...)

Il TEMPO in sintesi sino a DOMENICA: martedì aria fredda di origine artica raggiunge in parte il nostro Paese, determinando annuvolamenti su ovest Alpi e dorsale appenninica del versante adriatico, con brevi spruzzate di neve sino a 700m, rovesci anche su est Sardegna, tendenza a miglioramento. Altrove bel tempo ma con freddo mattutino. Ventoso ovunque. Mercoledì ancora freddo al mattino, ma bella giornata di sole ovunque, più mite in montagna. Da giovedì a sabato affermazione di un campo di alta pressione con tempo probabilmente buono sino a sabato, salvo formazioni nebbiose sulle pianure, con annesso freddo umido. Temperature miti sulle coste e in alta quota. Domenica maggiore instabilità per infiltrazioni di aria più fredda da nord-est con locali rovesci. 

 

Allerta Meteo, da stasera arriva il gelo: fine Novembre con la neve in spiaggia, ecco dove e quando

 

 

Titti Brunetta, la vestale della post verità

Svelata l’autrice dei tweet anti Renzi: sotto falso nome era un’icona dei grillini

Colpi bassi. Dopo 19 mesi di tweet, e dopo una querela per diffamazione, è stato svelato il mistero: Beatrice Di Maio, alias @BeatricedimaDi, la ragazza che appariva sul social con un cartello #Iovotono, altri non è che la moglie di Renato Brunetta. A scoprirlo è stato Franco Bechis, che l’ha intervistata: «Renato non c’entra con questa storia. Non ha mai saputo nulla di quello che facevo. Non sono una militante 5 Stelle, ero io con il mio animo, le mie passioni politiche, il mio impegno civile e i miei rapporti di affettività... Mentana ne parlava al tg, stavamo cenando e mi è andato il boccone di traverso. Allora ho trascinato il mio compagno in camera da letto e gli ho detto: Renato, Beatrice Di Maio sono io». Madame Béatrice c’est moi!
Perché in camera da letto, e non a tavola? Cose da spy story, da cyber congiura. L’inconsapevole marito si è detto molto orgoglioso di lei. Nel frattempo, Tommasa Giovannoni Ottaviani, detta Titti, era diventata un idolo dei grillini, una vestale della post verità, un’attivista anti casta. 

Continua qui

domenica 27 novembre 2016

Genova, dramma nella notte, sgomberati tre palazzi sul Fereggiano

Genova - Notte drammatica sulla sponda del Fereggiano, dove intorno alle 2 in un edificio che ha le fondamenta proprio sul torrente si è constatata l’erosione delle fondamenta (foto) stesse.

La diagnosi dei vigili del Fuoco non ha lasciato dubbi: rischio crollo e ordine di sgombero immediato; lo stabile pericolante è al numero 65 di via Portazza, ma altri due palazzi sono stati sgomberati in via Daneo perché potenzialmente coinvolti in un eventuale crollo del primo.

Continua qui


Frana a Monesi di Mendatica, crollate alcune villette. Persone soccorse in elicottero

 

Maltempo in Valle Arroscia, due case crollate a Lavina e strada interrotta

 

Alessandria, il Tanaro visto dal cielo e raccontato da chi lavora a terra

 

Argini e ponti ad arcata unica. Così si è scongiurata la strage

 

 

 

sabato 26 novembre 2016

Il TEMPO in sintesi per la prossima settimana!

Lunedi 28 novembre: aria fredda sfonderà da nord-est determinando rovesci e violente raffiche di vento su Valpadana e regioni adriatiche, associate ad un deciso calo delle temperature, meno coinvolte le regioni tirreniche. Rovesci anche su nord Sicilia.

Martedì 29 novembre: risveglio sereno gelido al nord-est, ancora nuvoloso al nord-ovest e lungo il medio e basso Adriatico con rovesci nevosi su ovest Alpi e Appennino oltre i 700m, tendenza a miglioramento, soleggiato sulle altre regioni; venti tesi da nord-est, ma in attenuazione dal pomeriggio.

Mercoledì 30 novembre: risveglio freddo quasi ovunque, specie al nord e sulle zone interne del centro e del sud. Più mite sulle isole. Bel tempo.

 Giovedì 1° dicembre: bel tempo ovunque, clima molto più mite in quota a nord, ma inversione termica con freddo umido al suolo, specie nelle vallate alpine ed appenniniche.

Continua qui 

La piena del Tanaro devasta il cuneese: a Priola una casa sventrata dal fiume [VIDEO]

Esonda il Tanaro ad Alessandria, case e aziende allagate, 30 persone intrappolate, centinaia di animali nell’acqua


Abbiamo “aperto” l’articolo pubblicando una delle foto simbolo dell’alluvione del 1994 perché la campagne intorno ad Alessandria se non erano così poco ci mancava.
Il centro cittadino, stavolta non è stato interessato dall’alluvione ma in periferia e i comuni vicini è un disastro.
Il tanaro è esondato alla periferia sud ed est di Alessandria e ci sono state situazioni drammatiche. L’unica nota positiva è che non risultano persone ferite, ma i danni, stando ad una prima stima sono ingenti.

Continua qui

Alessandria all’asciutto per appena 35 centimetri


Maltempo: in 4 giorni caduta la pioggia di 6 mesi

 

 

 

venerdì 25 novembre 2016

Torino, Valentino e Valentina rompono gli ormeggi: i due battelli alla deriva

Le due imbarcazioni si sono incastrate sotto le arcate del ponte della Gran Madre, nel centro del capoluogo.



Video

Valentino e Valentina: una gita sul Po con i battelli turistici di Torino

 

 

Allerta meteo: ad Alessandria chiuso il ponte Bormida in attesa del colmo di piena del fiume


AGGIORNAMENTO ORE 12.44 – E’ stato chiuso in questi minuti il ponte sul fiume Bormida tra Alessandria e Spinetta. La chiusura, come precisato nel corso della mattinata dal sindaco Rita Rossa, è stata disposta per motivi precauzionali”. “I livelli sono saliti parecchio in poco tempo e si sta verificando la concomitanza delle piene di Tanaro e Bormida – ha poi aggiunto il primo cittadino su Facebook –  riteniamo opportuno e previdente chiudere il ponte Bormida sino al verificarsi del trend di calo delle acque che presumiamo possa avvenire entro due ore. Daremo aggiornamenti costanti. La situazione è sotto controllo e senza pericoli ma preferiamo qualche disagio ma maggiore tranquillità”.

Continua qui

Ultimo aggiornamento:  Allerta meteo: ad Alessandria ponte Bormida ancora chiuso. Sabato scuole chiuse

La viabilità in provincia: i provvedimenti per il maltempo

A Masio dieci famiglie isolate: chiusi i collegamenti con Quattordio e Felizzano

Notte di apprensione a Strevi: piena della Bormida mai così alta da 20 anni

 

Sciopero revocato: tram e bus regolari in Piemonte e Liguria

Venerdì 25 treni a rischio paralisi e l’11 dicembre scatta l’orario invernale

 

Maltempo, Bormida in piena: notte paura ad Acqui Terme

Acqui Terme (Alessandria) - È stato il Bormida in piena a fare paura durante la notte ad Acqui terme e dintorni. «Ora la situazione in città è sotto controllo - assicura il sindaco, Enrico Silvio Bertero -, le scuole sono aperte, tranne l’asilo di via Savonarola, che si trova nella parte bassa di Acqui interessata dal reflusso del rio Medrio. Al buio l’istituto d’arte e alcune vie, nelle quali stanno lavorando le squadre dell’Enel. Aperte la sala consiglio e il mio ufficio per ospitare due famiglie (4 adulti e 2 bambini) evacuate. Il fiume ha superato l’asta idrometrica ma, seppur lentamente, sta defluendo».

Continua qui

Maltempo nell’Alessandrino, sgomberate 30 famiglie che vivono nelle aree golenali di Tanaro e Bormida. Scuole chiuse nel capoluogo e a Casale

 

  SAVONESE: il bilancio delle precipitazioni di ieri è di circa 200 mm di pioggia, con accumuli più importanti a ridosso dei rilievi. La Bormida ha rotto gli argini in più punti fra Millesimo, Cairo Montenotte, Bardineto e Calizzano

 

Maltempo in Liguria: Pietra Ligure sott'acqua (video)

 

Radar pioggia in diretta 

 

Livelli idrometrici del bacino del Po 

 

 



giovedì 24 novembre 2016

Maltempo, allerta rossa in Piemonte e Liguria

Esonda il Tanaro nel Cuneese. Chiuse al traffico le prime strade. Sotto controllo il Po. Torrenti in piena nel Ponente ligure, una decina di famiglie sfollate nel Savonese

 


Peggiora la situazione meteorologica al Nordovest dove da 48 ore piove incessantemente. È allerta rossa in Piemonte e Liguria, arancione in Valle d’Aosta e in Toscana. Codice giallo invece in Lombardia. La situazione più grave nel cuneese dove è esondato il fiume Tanaro e diverse strade sono state chiuse al traffico. L’Agenzia regionale di protezione ambientale piemontese prevede «piogge molto forti e persistenti per l’intera giornata» in particolare su Cuneese e Torinese: «attesi 150 mm in 12 ore». Disagi nel Ponente ligure dove la piena dei torrenti ha costretto una decina di famiglia del Savonese a lasciare le proprie abitazioni a causa degli allagamenti. In via precauzionale le scuole oggi sono rimaste chiuse nelle province di Imperia, Savona e Genova, annullate o ridotte le attività pubbliche.


PIEMONTE
La fase più acuta del maltempo è prevista oggi e la situazione più grave si registra nel Cuneese. Le forti piogge delle ultime ore hanno causato l’esondazione del fiume Tanaro, in provincia di Cuneo. A causa degli allagamenti, l’Anas ha chiuso al traffico la statale 28 del Colle di Nava, da Garessio fino al confine con la Liguria. Grave la situazione in località Bagnasco, dove l’acqua sta invadendo anche le strade del centro città

Continua qui

Maltempo, nell’Alessandrino l’allerta e pure il terremoto

 

Radar, pioggia in diretta

 

Si apre una voragine ad Ormea (CN)

Garessio (CN), il video

MALTEMPO estremo al nord-ovest, piogge anche in Sardegna, peggiora quasi ovunque entro sera

 

 

Allerta rossa sulla Liguria, il maltempo fa paura


mercoledì 23 novembre 2016

Nell’Ovadese è allerta arancione: chiusi i ponti sull’Orba a Capriata e Predosa

Allagamenti lungo la provinciale Ovada-Alessandria in località Pedaggera e al bivio dell’Iride tra Predosa e la strada Ovada-Novi. Disagi anche sull’A26 tra i caselli di Ovada e Masone in direzione Genova


OVADA (AL)
Allerta di livello arancione (il secondo per gravità) nell’Ovadese, per l’ondata di maltempo che sta flagellando la zona, sul confine con l’Appennino ligure. Sorvegliati speciali, dal tardo pomeriggio, i torrenti Orba e Stura, gonfi per le piogge cadute sulle alture. La prefettura, in serata, ha attivato il Com di Ovada. La Protezione civile monitora senza sosta il livello dei corsi d’acqua in piena: chiusi in via precauzionale i ponti sull’Orba a Capriata e Predosa, che mettono in comunicazione le provinciali Ovada-Alessandria e Ovada-Novi (già chiuso per lavori il ponte tra Silvano e Rocca).

Il torrente Orba è al momento quello che preoccupa di più, da Ovada a scendere a valle, dove riceve come affluenti Stura, Piota e Lemme. Allagamenti vengono segnalati lungo la provinciale Ovada-Alessandria in località Pedaggera e al bivio dell’Iride tra Predosa e la strada Ovada-Novi, dov’è stato chiuso un tratto di strada.

Continua qui

Allerta meteo, atteso un peggioramento. L’elenco delle scuole chiuse

Giovedì 24 novembre, la pioggia prevista

Meteo a 7 giorni: tra giovedì e venerdì mattina FORTE MALTEMPO su gran parte d'Italia, poi...

martedì 22 novembre 2016

Migrante disperso nel fiume in piena

Imperia - Si sono interrotte intorno alle 17, le ricerche del migrante africano dato per disperso a Ventimiglia dopo essere stato trascinato via dalle correnti del fiume Roja in piena; insieme con lui c’erano anche altri 4 cittadini stranieri, con i quali l’uomo aveva trovato rifugio sulla piattaforma del pilone dell’autostrada.

Da questa mattina lo hanno cercato prima un elicottero dei vigili del Fuoco, poi della Guardia Costiera; in azione anche i vigili del Fuoco del Soccorso Fluviale (Saf) e squadre a terra di soccorritori.

L’auspicio è che l’uomo sia riuscito a mettersi in salvo e che si sia poi allontanato, anche se è molto probabile che il corpo sia rimasto incagliato tra la vegetazione o qualche roccia del fiume o che sia stato trasportato sino al mare dalla piena.

Continua qui

Radar pioggia in diretta

Allerta arancione da Savona a Genova. Chiuse due scuole, evacuate tre famiglie


 

Previsioni Liguria


Previsioni Piemonte e Valle d'Aosta




Terremoto 7.3 vicino a Fukushima, allarme tsunami

Un sisma di magnitudo 7.3 è stato registrato in Giappone, poco distante da Fukushima

TOKYO -- Dopo il terremoto che ha colpito il Giappone si è registrato un incendio ad un impianto petrolchimico nel distretto di Nishikimachi. Lo hanno riferito le autorità, aggiungendo comunque che il fuoco è stato spento intorno alle 6.40 locali. La US Geological Survey ha corretto a 6,9 la magnitudo del sisma che ha colpito il nord-est del Giappone. La scossa, con epicentro in mare, è stata avvertita anche nella capitale Tokyo ma al momento non ci sono notizie di vittime o danni. Lo riferisce la Bbc.

E' stato diffuso anche un allarme tsunami. Il sisma si è verificato al largo della costa orientale della prefettura giapponese di Fukushima, dove nel 2011 uno tsunami colpì un impianto nucleare. E' stato diramato un allarme tsunami per onde fino a tre metri. L'agenzia meteorologica giapponese ha rilevato che il sisma si è verificato intorno alle 6 del mattino locali ad una profondità di 10 chilometri. Finora sono state segnalate onde di poco meno di un metro, 90 centimetri, in particolare al porto di Soma, in seguito al sisma che ha colpito il nord-est del Giappone. Lo riferisce l'emittente Nhk

Continua qui

lunedì 21 novembre 2016

Maltempo, chiuso il guado a Gavi (AL). Pioggia record a Fraconalto

Il torrente Lemme sorvegliato speciale per le prossime 36 ore. A Basaluzzo, nel giro di tre ore, il livello dell’Orba dopo la confluenza con il Lemme è salito a +1,10 metri rispetto alla zero idrografico (ben lontano, comunque, dal livello di guardia che è di 2,10 metri). Ad Arquata problemi per l'erogazione dell'acqua potabile e dell'elettricità


NOVI LIGURE – Il maltempo che oggi – lunedì 21 novembre – ha colpito in particolare la Liguria sta causando qualche problema anche sul versante piemontese. A Fraconalto, in val Lemme, la centralina meteorologica dell’Arpa ha fatto registrare ben 125 millimetri di pioggia in 24 ore. A Capanne di Marcarolo sono caduti 51 millimetri di pioggia; 22 ai laghi della Lavagnina. In valle Scrivia il valore più alto è stato quello di Arquata (42 millimetri), mentre in val Borbera sono stati 37 i millimetri di pioggia registrati a Carrega Ligure. Sui “colli di Coppi”, il pluviometro si è attestato sui 23 millimetri a Sardigliano e sui 21 a Castellania. Più bassi i valori in pianura: 8 millimetri a Novi.

In val Lemme, problemi in particolare a Voltaggio (con il torrente Morsone sorvegliato speciale) e a Gavi, dove è stato chiuso il guado sul torrente Lemme; la riapertura avverrà probabilmente domani mattina, martedì 22 novembre. A Basaluzzo, nel giro di tre ore, il livello dell’Orba dopo la confluenza con il Lemme è salito a +1,10 metri rispetto alla zero idrografico (ben lontano, comunque, dal livello di guardia che è di 2,10 metri).
Ad Arquata Scrivia, invece, disagi per l’erogazione dell’acqua potabile e dell’energia elettrica.

Continua qui

Maltempo, allerta gialla prorogata fino alle 15 di domani

 

Maltempo al Nord Ovest, 5 giorni sotto la pioggia: l'apice giovedì

 

Rete osservativa regione Liguria dati in diretta

 

Cartina Lombardia dati in diretta



 

 





domenica 20 novembre 2016

Ancora sangue ad Aleppo, 63 morti

Ondus, 55 uccisi a est. Sana, mortai su scuola,vittime 7 scolari

Scorre a fiumi il sangue ad Aleppo: sono 55 i civili, inclusi 8 bambini, uccisi nelle ultime 24 ore dai bombardamenti aerei nella zona orientale, denuncia l'Osservatorio nazionale siriano (Ondus). Damasco, tramite l'agenzia ufficiale Sana, accusa invece i ribelli di aver colpito con salve di mortaio la scuola al Furqan nella zona occidentale sotto il controllo dei governativi. Sette gli scolari uccisi, morta anche una maestra. Altri 19 bambini "feriti gravemente", afferma la Sana.

Continua qui

MALTEMPO / nord-ovest occhio al DILUVIO in settimana

Il settore nord-occidentale potrebbe recuperare la pioggia mancata negli ultimi mesi durante questa settimana...

Tanta pioggia in arrivo sulle regioni di nord-ovest durante questa settimana, sperando che non si passi dal nulla al troppo, come molte volte è successo in passato.

Mesi di sinottiche sfavorevoli che hanno determinato lacune precipitative anche rilevanti in questo settore italico, "rischieranno" di essere ribaltare in pochi giorni, sotto l'egida di una configurazione barica "da manuale" per piogge abbondanti al nord-ovest.

Un potente scambio meridiano (nord-sud) sta prendendo piede in queste ore sullo scacchiere occidentale dell'Europa.
 
Correnti fredde irromperanno tra il vicino Atlantico e la Penisola Iberica; sul lato orientale di questa vasta saccatura risaliranno correnti meridionali assai umide, che a contatto con i contrafforti montuosi del nord-ovest (Appennino Ligure e Alpi) scaricheranno ingenti quantità di pioggia ad iniziare già dalla giornata di lunedì 21 novembre.

Il braccio di ferro tra la saccatura presente ad ovest e una vasta zona anticiclonica più ad est andrà avanti fino alla giornata di mercoledì 23 novembre.

Continua qui
 

MODELLO EUROPEO: dopo il MALTEMPO ecco farsi strada il FREDDO sull'est Europa

 

 

sabato 19 novembre 2016

Brasile, Pamela Canzonieri trovata morta in paradiso turismo a Bahia

Per conoscenti, vittima si recava sul posto una volta anno

Una turista italiana è stata trovata morta la notte scorsa a Morro de Sao Paulo, un piccolo paradiso nel sud di Bahia, in Brasile. Lo riferiscono media locali.

Per la polizia si tratta di Pamela Canzonieri, 39 anni, che in base a testimonianze di conoscenti veniva nella regione turistica una volta l'anno, in genere durante l'estate brasiliana, lavorando anche in un ristorante del posto. Secondo il commissario Argimaria Freitas, che sta seguendo le indagini, la vittima presentava escoriazioni sul corpo.

Continua qui

Maltempo: fiume d'acqua a Licata

Auto e negozi allagati, sindaco chiude scuole

Un violento nubifragio ha colpito ieri Licata creando forti disagi nella città allagata per l'abbondante pioggia caduta. L'acqua ha attraversato come un fiume in piena alcune strade della città dell'Agrigentino. Molte auto, ma anche negozi e scantinati, sono rimasti allagati. Il sindaco Angelo Cambiano ha disposto la chiusura per oggi di tutte le scuole. La pioggia ha provocato anche la caduta di materiale fangoso sulla Strada statale 123 di Licata che, in quel tratto, tra i km 25 e 18,fra le località di Campobello di Licata e Licata, è stato chiuso al traffico per precauzione. 

 Continua qui

Turchia, proteste contro l'Akp di Erdogan per la norma che legittima le 'spose bambine'

Martedì arriva in Parlamento il disegno di legge che sospende i processi per chi, avendo abusato di una minore 'consenziente', accetta le 'nozze riparatorie'. Protestano le opposizioni e le organizzazioni dei diritti umani


Spose, dopo essere state violentate, se il loro aggressore acconsente al matrimonio. E' rivolta adesso in Turchia sui social, e anche in Parlamento, sul nuovo disegno di legge che ha per oggetto le bambine minorenni. La proposta, presentata dall'Akp, il partito conservatore di ispirazione religiosa del presidente Erdogan, al governo da 14 anni, intende depenalizzare la violenza sessuale sui minori, se l'atto è avvenuto in modo consensuale e il suo autore accetta di sposare la vittima.

Il disegno è stato presentato all'Assemblea di Ankara nella notte e sarà discusso martedì prossimo. Ma si è già diffusa nelle reti televisive la dura reazione da parte dell'opposizione, composta ora dal partito socialdemocratico e dalla compagine nazionalista. Sono i soli ora presenti attivamente in Parlamento, dopo che la formazione filo-curda del Partito democratico del popolo ha deciso di non partecipare più ai lavori dell'aula per protestare contro l'arresto dei suoi leader e dei sindaci di varie città nel Sud est dell'Anatolia. Secondo diverse Organizzazioni non governative, la norma presentata dal Partito della Giustizia e dello sviluppo, fondato dal Capo dello Stato, Recep Tayyip Erdogan, aggraverebbe ulteriormente il fenomeno delle 'spose bambine', già piuttosto diffuso.

Continua qui 

Lui ha 65 anni e sposa una bambina, ecco come reagiscono a New York

 

 


venerdì 18 novembre 2016

Milano, morì di fame a nove mesi: i genitori sono stati condannati a dodici anni

Il pm aveva chiesto pene di 20 anni per il padre e di 16 anni per la madre senza la concessione delle attenuanti generiche

Sono stati condannati a 12 anni di carcere Marco Falchi e la moglie Olivia Beatrice Grazioli per la morte della figlia Aurora, che è morta per fame a nove mesi nella notte tra il 26 e il 27 febbraio dello scorso anno nella loro casa di via Servoli a Milano. Lo hanno deciso i giudici della Prima sezione della corte d'Assise di Milano, presieduta Ilio Mannucci. Per i genitori, imputati per maltrattamenti aggravati in relazione al decesso della piccola, il pm Cristian Barilli aveva chiesto una condanna a 20 anni di carcere per il padre e 16 per la madre.

Il pm aveva chiesto che non venissero riconosciute le attenuanti generiche ad entrambi poiché questo produrrebbe una "svalutazione di quanto accaduto". Secondo il pm, il contesto sociale in cui si muoveva la famiglia, seppur "di povertà", era causato dal "modello di genitori che entrambi volevano essere".

Il pm però aveva differenziato un poco la posizione dei due genitori e aveva chiesto una pena minore per la madre della piccola, perché "minore in lei è l'entità del dolo" in quanto "è più ingenua del marito, e, con una espressione che suscita certamente amarezza, ha ammesso che la situazione le è 'sfuggita di mano'".


Continua qui

Trump: due 'falchi' a Giustizia e Cia. Il genero forse alla Casa Bianca

Lo spoils system del nuovo presidente Usa. Ultimo tweet del futuro capo dell'intelligence: "Smantellare accordo con Iran". Per Jared Kushner, marito di Ivanka Trump, potrebbero esserci impedimenti per le leggi sul nepotismo. Ma può aiutarlo il precedente di Hillary Clinton

Spoils system di Donald Trump: circolano i primi nomi dei personaggi che il nuovo presidente degli Stati Uniti vorrebbe nei posti chiave dell'amministrazione. Trump vorrebbe alla Casa Bianca il genero Jared Kushner, marito di Ivanka Trump, ma potrebbero esserci impedimenti legati alle leggi sul nepotismo. Il precedente illustre di Hillary Clinton potrebbe spianargli la strada. Alla Giustizia e alla Cia due 'falchi'.

Alla Giustizia. Il senatore dell'Alabama Jeff Sessions sarà il nuovo Attorney general degli Stati Uniti (colui che guida il dipartimento della Giustizia). Sessions, 69 anni, ha ricoperto lo stesso incarico a livello statale ed è stato il primissimo sostenitore di Trump, diventandone ben presto uno dei più ascoltati consiglieri. Ha tutte le stimmate per entrare nella prossima amministrazione, essendo ostile senza riserve all'immigrazione clandestina, all'aborto, alla parità per i gay. E favorevole tanto al taglio della spesa pubblica quanto alla lotta senza quartiere alla criminalità.


Continua qui

Volkswagen taglia 23 mila posti in Germania, 30 mila in tutto

Azienda presenta piano, investimenti per 3,5 miliardi di euro

Il presidente di Volkswagen Herbert Diess, ha presentato a Wolfsburg il piano sul futuro, frutto dell'accordo con il consiglio di fabbrica che prevede il taglio di 30.000 posti di lavoro globali, di cui 23.000 in Germania. Vw investirà invece 3,5 miliardi di euro nell'elettromobilità e nella digitalizzazione, con 9.000 posti di lavoro nuovi nel settore del software. "Ristrutturiamo in modo radicale Vw per renderla pronta al grande cambiamento che affronterà il settore dell'auto", ha aggiunto Diess.

"Un grande passo in avanti, uno dei più grandi della storia dell'azienda". "Non ci saranno licenziamenti legati alla produzione", ha spiegato Diess. 

Con le misure contenute nel patto, Vw conta di migliorare di 3,7 miliardi di euro all'anno fino al 2020 il risultato operativo, secondo quanto riferito dall'azienda e riportato dall'Handelsblatt, con 3 miliardi risparmiati negli stabilimenti tedeschi e 700 milioni in quelli all'estero. L'intero gruppo Volkswagen occupa 624.000 addetti, 282.000 dei quali in Germania. Il taglio dei 30.000 posti di lavoro sarà accompagnato da ammortizzatori sociali come il prepensionamento progressivo, ha spiegato il presidente del marchio Vw Herbert Diess nella conferenza a Wolfsburg. Non sono stati forniti dettagli su come la ristrutturazione (che accanto ai 30.000 licenziamenti prevede 9.000 assunzioni nel settore del software) si rifletterà sugli stabilimenti.

Continua qui 

Firenze, villetta crolla in periferia. Estratti vivi padre e 2 figlie. Morta la madre

Esplosione dovuta a una fuga di gas. Madre trovata morta nella notte

Restano in prognosi riservata l'uomo e le due figlie che nella serata di ieri sono rimasti feriti nel crollo di una villetta di via Villamagna a Bagno a Ripoli, alle porte di Firenze. Nel crollo è morta la moglie dell'uomo e madre delle due bimbe. Il padre è in rianimazione all'ospedale di Careggi, mentre le bambine di 7 e 10 anni sono ricoverate all'ospedale pediatrico Meyer: entrambe, soprattutto la più piccola, hanno vaste ustioni su tutto il corpo. Il cadavere della mamma, trovato la notte scorsa verso le due dai soccorritori, è stato estratto dalle macerie attorno alle quattro. L'esplosione è avvenuta intorno alle 20.30. 

Continua qui

giovedì 17 novembre 2016

Il freddo dal POLO, guardate cosa potrebbe piombarci addosso dalla fine del mese!

Affondi meridiani sempre più incisivi durante l'ultima fase del mese, a preparare un dicembre sempre più freddo?

 Il disturbo alla normale attività del vortice polare è conclamato.
Le conseguenze a breve termine saranno scambi meridiani di calore sempre più accentuati tra le latitudini.
Questi scambi cominceranno già da lunedì 21, ma in questa prima fase l'Italia riceverà una risposta d'aria mite ed umida e vedrà situazioni favorevoli a precipitazioni in un contesto prettamente autunnale.

Sul finire del mese è però prevista una zampata fredda ben più audace e diretta verso il centro del Continente: questa porterà certamente altre precipitazioni ma un clima decisamente più tardo autunnale o simil invernale e potrebbero esserci occasioni per nevicate a bassa quota per le Alpi.

 

Continua qui


MALTEMPO: il NORD-OVEST si bagnerà parecchio la prossima settimana: il responso degli SPAGHETTI

 

mercoledì 16 novembre 2016

Save Children, quasi 1 minore su 3 a rischio povertà in Italia

5,5 mln under 15 vivono in aree ad alta pericolosità sismica

Sempre più precaria la condizione dei minori in Italia: secondo l'Atlante dell'infanzia di Save the Children, quasi un minore su tre è a rischio povertà ed esclusione sociale, mentre i bambini di 4 famiglie povere su 10 soffrono il freddo d'inverno per la mancanza di riscaldamento. Da una delle mappe dell'Atlante, elaborata dall'Ingv, emerge inoltre che 5,5 milioni di bambini e ragazzi sotto i 15 anni vivono in aree ad alta e medio-alta pericolosità sismica. 

Sicilia prima per abbandono scolastico - In Sicilia un giovane su 4 tra i 18 e i 24 anni (24,3%) interrompe gli studi precocemente, fermandosi alla licenza media inferiore, a fronte di una media nazionale del 14,7%. Lo dicono i dati diffusi da Save the Children nel settimo Atlante dell'Infanzia a rischio intitolato "Bambini, Supereroi" e pubblicato per la prima volta da Treccani. Inoltre, circa un alunno 15enne siciliano su 3 non raggiunge le competenze minime in matematica e in lettura e più di 1 bambino o ragazzo tra i 6 e i 17 anni su 2 non legge neanche un libro all'anno. Ad esporre i piccoli al pericolo povertà ed esclusione sociale è anche il titolo di studio dei genitori, almeno per 6 minori italiani su 10, e la Sicilia è particolarmente a rischio, dato che la metà degli adulti dell'Isola tra i 25 e 64 anni è ferma alla licenza media inferiore.

Continua qui

Terremoto Amatrice, le vittime salgono a 299: muore la 74enne ferita nel crollo dellʼHotel Roma

La donna era ricoverata in ospedale da 82 giorni. Il sindaco Sergio Pirozzi: "Grande dolore"

E' deceduta la 74enne Franca Marchesi che era rimasta gravemente ferita nel crollo dell'Hotel Roma di Amatrice. Sale così a 299 il numero delle vittime del sisma del 24 agosto. La donna era ricoverata in ospedale da 82 giorni. "E' con grande dolore che apprendiamo di un'ulteriore vita che il mostro si è portato via", ha commentato il sindaco della città reatina, Sergio Pirozzi.

Continua qui

Amatrice, la scossa 6.5 dà il colpo di grazia: le immagini dei Vigili del Fuoco

Terremoto, i più recenti grandi sismi in Italia

 

martedì 15 novembre 2016

Russia, arrestato il ministro dello Sviluppo economico

Ulyukaev accusato di aver preso tangente da 2 milioni di dollari

Il ministro dello Sviluppo economico russo Alexey Ulyukaev è stato arrestato oggi con l'accusa di aver preso una tangente da 2 milioni di dollari in cambio del sostegno del suo dicastero a un accordo di una importante compagnia petrolifera.

Ulyukaev avrebbe preso la tangente milionaria per "la valutazione positiva data dal Ministero dello sviluppo Economico all'operazione che ha permesso alla Rosneft di completare l'accordo per l'acquisto del 50% detenuto dal governo del capitale della Bashneft", spiega il Comitato investigativo russo.

Continua qui

Trump, prime nomine alla Casa Bianca: contro Bannon insorgono ebrei e musulmani

L'ultradestra arriva ai vertici dello Stato con il fondatore del sito Breitbart News, scelto quale consigliere 'strategico' del presidente: le due comunità religiose e le associazioni per i diritti umani lo accusano di essere "razzista" e "antisemita". Axelrod, consigliere di Obama: "Scelta preoccupante". I democratici: "No ai suprematisti bianchi nell'amministrazione"

Trump comincia a formare la sua squadra e scoppiano subito polemiche. Non tanto per la nomina a capo di gabinetto di Reince Priebus, presidente del partito repubblicano e tra i pochissimi esponenti Gop non ostili a Trump. A scatenare il putiferio è stato l'annunciato incarico di 'chief strategist' e primo consigliere a Steve Bannon, il fondatore del controverso Breitbart News, il sito ultra conservatore che da subito si era schierato al fianco del tycoon, insieme alla Fox News.

Continua qui 

Trump, Rampini: "Chi è Bannon: destra razzista e giornalismo spazzatura"(video)


Meteo a 7 giorni: variabilità, ma MALTEMPO in agguato nel fine settimana

Breve parentesi di variabilità positiva sull'Italia, stante la distensione verso levante dell'alta pressione atlantica. Peggioramento durante il week-end al nord e al centro con piogge e neve in montagna. Non farà eccessivamente freddo. 

L'ultima perturbazione di una lunga serie sta interessando le regioni meridionali con piogge talora intense e temporali.

Le regioni settentrionali e parte del centro sono invece interessati da un flusso orientale relativamente freddo che addensa nubi segnatamente in Valpadana, senza produrre fenomeni.
Nei prossimi due giorni la situazione meteo sullo scacchiere italico tenderà a migliorare, stante la distensione dell'anticiclone delle Azzorre verso il Continente, congiunta ad un temporaneo rinforzo del getto sul nord Europa.

La fase relativamente mite e stabile che interverrà sul nostro Paese lascerà il posto ad un nuovo elemento perturbato che dal nord Atlantico si spingerà verso le regioni centro-settentrionali italiane. Lo vediamo raffigurato nella mappa, valida per la giornata di sabato 19 novembre.

In questo frangente, piogge e temporali si farebbero notare su molte regioni del nord e del centro, unitamente a nevicate più o meno abbondanti su Alpi e nord Appennino a quote abbastanza elevate.

Continua qui

Previsioni a 15 giorni: METEO. Dopo metà Novembre nuove perturbazioni raggiungono l'ITALIA

CLIMA. ANNO 2016 il più CALDO di sempre

lunedì 14 novembre 2016

Serravalle, così il nuovo Outlet diventa punto d’incontro per giovani

Serravalle Scrivia (AL) - «Finalmente posso accompagnare mia madre all’Outlet senza annoiarmi». Le parole di un ragazzo con la cresta sembrano la risposta a tutta l’operazione di ampliamento del Serravalle Designer Outlet (foto): in teoria, la declinazione perfetta del non luogo, nella prassi un posto commerciale ma piacevole dove passare il sabato pomeriggio.



Un’alternativa in un hinterland che dal punto di vista naturalistico è anche gradevole ma, specie a novembre, non è particolarmente vivace per i ragazzi della zona. I quali, con la scusa dello shopping, vanno a fare lì le cose loro: bere una cioccolata calda o una coca cola, comprare un rossetto o una maglietta, socializzare. Loro come tutti gli altri nativi digitali per cui è pensato lo spazio, una serie di viuzze intorno a una piccola piazza, veloce a riempirsi di gente.

Sono 12mila nuovi metri quadri commerciali che si aggiungono ai 38mila già esistenti, visitati, secondo le stime, da circa 130mila persone a partire dall’inaugurazione di giovedì scorso, 10 novembre. Giovani dalle città vicine (Genova, Pavia, Tortona) in cerca di affari, ma pure adolescenti dei dintorni. Come le cinque ragazzine di Cassano Spinola che, verso sera si mettono in un posa per un selfie di gruppo sul ponte di acciaio e vetro che sorvola la statale 35bis dei Giovi e collega la parte vecchia a quella nuova, costata a McArthurGlen 115 milioni di euro.

Continua qui

Amiu, sesso per appalti: tutti a giudizio gli ex dirigenti e gli imprenditori coinvolti

Genova - Sono stati rinviati tutti a giudizio gli ex dirigenti Amiu, l’azienda municipalizzata di Genova che si occupa della raccolta dei rifiuti, e gli imprenditori coinvolti nell’inchiesta su un giro di escort in cambio di appalti. Lo ha deciso il gup Nadia Bolelli. La EcoGe, l’impresa che raccoglieva rifiuti per Amiu, ha patteggiato una condanna a 56 mila euro. L’azienda municipalizzata ha inoltre chiesto il sequestro preventivo alla EcoGe di 270 mila euro.

I pm Paola Calleri e Francesco Cardona Albini avevano chiesto il rinvio a giudizio per dieci persone con l’accusa di associazione a delinquere finalizzata alla corruzione e la turbativa d’asta: Corrado Grondona, ex responsabile Affari generali di Amiu; Gino, Vincenzo e Luigi Mamone, imprenditori titolari della Eco.ge; Stefano e Daniele Raschellà, imprenditori; Claudio Deiana, anche lui imprenditore.

Continua qui

domenica 13 novembre 2016

È morto Enzo Maiorca: addio al 'signore degli abissi' che rivoluzionò i record dell'apnea

Aveva 85 anni, nella sua carriera batte il record di -45 metri per portarlo lui stesso 30 anni dopo a -101. Leggendaria la rivalità con Jacques Mayol


ROMA - Mondo dello sport in lutto. È morto a Siracusa, sua città natale, Enzo Maiorca, ''signore degli abissi'', uno dei maggiori apneisti italiani, più volte detentore del record di immersione in apnea. Aveva 85 anni. La camera ardente è stata allestita nel salone "Paolo Borsellino" di Palazzo Vermexio. I funerali probabilmente martedì.

Così il sindaco di Siracusa, Giancarlo Garozzo. "All'alba di oggi, in una di quelle giornate di sole in cui il mare del porto grande a Siracusa sembra immobile, ci ha lasciato un nostro grande concittadino. Grazie Enzo Maiorca, buon viaggio".


Continua qui

Nuova Zelanda, allerta tsunami: evacuato centro della Capitale. Onde a est

Scossa di magnitudo 7.8 non distante da Christchurch, dove nel 2011 si contarono 185 morti per un sisma

Uno tsunami è stato segnalato dalle autorità della Nuova Zelanda dopo il potente terremoto di magnitudo 7.8. Le autorità annunciano che sono state segnalate le prime onde sulla costa orientale. Secondo la protezione civile neozelandese le prime onde "potrebbero non essere le più alte. Ma ne seguiranno tante nelle prossime ore". Migliaia di persone sono state evacuate dal centro della capitale, Wellington, e da tutte le aree di costa bassa nella parte est della South Island.

La forte scossa è stata avvertita in tutta la Nuova Zelanda. Un'allerta tsunami è stata diramata dalla protezione civile neozelandese per tutta la costa orientale della South Island. "Chiunque si trovi in quella zona, si sposti immediatamente verso l'interno", scrive la protezione civile sul suo account Twitter precisando di avere problemi sul sito e quindi che continuerà a fornire informazioni sui social media. In un primo momento, l'allerta tsunami era stata esclusa.

La scossa è di magnitudo 8.1 secondo i calcoli dell'Ingv, 7.9 secondo le reti giapponesi, ben più forte di quanto segnalato inizialmente a 7.4. Sentito dalle reti sismiche di tutto il mondo, è localizzato nella South Island della Nuova Zelanda. L'epicentro è in terra, ma data la grandezza della faglia attivata il terremoto ha dislocato il fondale oceanico con la generazione di uno tsunami.

Continua qui

venerdì 11 novembre 2016

Juncker: «Trump non conosce il mondo Con lui perderemo due anni»

«Con Trump perderemo due anni: il tempo che faccia il giro del mondo che non conosce»: lo ha detto il presidente della Commissione Ue Jean Claude Juncker rispondendo alle domande dei ragazzi alla Corte di Giustizia Ue a Lussemburgo.

«Gli americani in generale non hanno attenzione verso l’Europa», ha detto Juncker secondo quanto riporta il giornale lussemburghese Le Quotidien.

Continua qui

De Niro: "Trump? Ora dovrò trasferirmi in Molise"

 

 

Comparsi nuovi vulcanelli di fango nelle Marche

Dopo la forte scossa del 30 ottobre - VIDEO

Nuovi vulcanelli di fango sono stati rilevati nella provincia di Fermo in seguito al terremoto di magnitudo 6,5 dello scorso 30 ottobre: la scossa avrebbe indotto anche nuove emissioni di fango da altri vulcanelli già noti nella zona. I geologi del Gruppo Emergeo dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) si sono attivati per effettuare indagini preliminari di questo fenomeno che rappresenta uno degli effetti secondari dei terremoti.

I vulcanelli di fango sono strutture geologiche che si formano in seguito alla fuoruscita di materiale argilloso sulla superficie terrestre, generalmente in contesti tettonici compressivi. Questo fenomeno è molto diffuso in varie parti della mondo e anche in Italia, lungo tutto l'Appennino, con manifestazioni più spettacolari in Emilia Romagna e in Sicilia. 

Continua qui

Il muro di Trump, Sky TG24 al confine tra Usa e Messico

Video

Il Papa a Repubblica: "Abbattere i muri che dividono, bisogna costruire ponti"

Parla Melania Trump: da mio marito parole inaccettabili

 

 

giovedì 10 novembre 2016

Secondo alcuni geologi il terremoto si sta spostando verso Nord, ecco il motivo…

Il terremoto secondo i geologi si sta spostando verso Nord e non è prevedibile cosa potrebbe accadere in caso di nuove scosse, anche superiori alla magnitudo 5.9 che ha colpito le Marche e la magnitudo 6.9 della scossa delle 7:40, perché si è attivata una faglia, ma ce ne sono altre “silenziose”.

Questo allerta è stato lanciato da esperti e geologi. “C’è la possibilità di avere aftershocks. Non sorprendiamoci se ci saranno altri episodi di magnitudo 4 o 5”, spiega il sismologo dell’Istituto nazionale di Goegisica e Vulcanologo, Alfredo Amato. “Tutto l’Appennino centrale è un’area sottoposta a una stiramento crostale continuo che si può misurare. Quest’aerea va dall’Adriatico al Tirreno e si stira a una velocità di 5 millimetri l’anno, ciò significa che ogni 100 anni ci sono 50 centimetri di deformazione. Le faglie sono ferme a che resistono a questo stiramento e poi si muovono a seconda del ciclo”.

Più le fratture sono estese, più la magnitudo è potete. “Il fatto che quella deformazione venga rilasciata a pezzi, con fratture non lunghe, è una fortuna. Vuol dire che si rompe un po’ alla volta. In genere sui 15-25 chilometri. Per fare un paragone, il terremoto in Irpinia avvenne per una faglia di 50 Km”.

“In tutte le aree interessate dalla scossa la magnitudo massima potrebbe arrivare tra 6 e 6,5. Mentre in Abruzzo si può arrivare fino a 7. Sempre che si rompa solamente una faglia. Ci sono molte variabili in gioco, come la frequenza, la profondità e molto altro”, dice sempre Amato.

Continua qui

ULTIMISSIME dal modello americano: nuove piogge all'orizzonte, in attesa del "botto" di fine mese?

Molto spazio alla dinamicità a poco all'alta pressione. Il finale è mozzafiato!

 
Il Mediterraneo e l'Italia continueranno ad essere sede di fenomeni meteorologici più o meno intensi. Un mese di novembre molto diverso rispetto allo scorso anno, quando la staticità e il sopra media termico erano gli unici protagonisti della scena meteorologica italica ed europea.

Il nuovo run del modello americano serve su un piatto d'argento un nuovo peggioramento del tempo sull'Italia, che dovrebbe intervenire tra lunedì 14 e martedì 15 novembre (prima mappa).


Fenomeni in risalita dal centro verso le regioni settentrionali, con tanto di nuove nevicate sulle Alpi a quote non elevate per la stagione.

Gettando uno sguardo oltre e arrivando a giovedì 17 novembre, si nota un'ingerenza anticiclonica assai ridotta sulle nostre regioni, limitata al massimo alle zone del nord.
Il centro, il meridione e le Isole potrebbero restare inglobate da una circolazione di bassa pressione, con il rinnovo di piogge e rovesci anche se in un contesto termico piuttosto mite (seconda mappa).

Continua qui

 

E' stato confermato il GUASTO tra domenica 13 e lunedì 14 novembre?

 

Linea di tendenza per il NORD e il CENTRO: tempo dinamico e "divertente"...

 

 

 

Decine di migliaia di persone in piazza contro Donald Trump: "Non è il mio Presidente"

Le manifestazioni più imponenti a New York e a Chicago
 
Dopo lo shock la reazione.Migliaia di persone sono scese in piazza in tutti gli Stati Uniti per protestare contro l'elezione di Donald Trump. "Non è il mio presidente", si legge sui cartelli dei manifestanti. Le manifestazioni piu' imponenti a New York e Chicago.
Continua qui

mercoledì 9 novembre 2016

Almeno 5 morti in incidente tram Londra

Oltre 50 i feriti, una ventina gravi a Croydon

E' di almeno 5 morti il bilancio dell'incidente in cui e' rimasto coinvolto oggi un tram a due vagoni deragliato e rovesciatosi alla periferia sud di Londra, secondo i dati ufficiali riferiti dalla polizia britannica. I feriti sono una cinquantina, circa venti dei quali in gravi condizioni. 

Continua qui

L'America ha scelto: Donald Trump è il 45° presidente Usa. Ma i democratici non concedono la vittoria: "Non è ancora finita"


DONALD Trump sarà il 45esimo presidente degli Stati Uniti. Dopo Barack Obama, sarà lui il nuovo inquilino della Casa Bianca, guida della superpotenza. Hillary Clinton non parlerà stanotte. "Andate a casa, non avremo niente da dire stasera" ha detto John Podesta, il manager della sua campagna.


Dopo poche macchie blu apparse sui contorni della mappa americana, già dalle prime ore dello spoglio elettorale, tutto si è colorato di rosso repubblicano. Stato dopo Stato, un pezzo dopo l'altro. "È una notte meravigliosa. È una notte fantastica per l'America. È una notte grandiosa per tutta la gente del mondo", ha detto Curtis Ellis, alto consigliere di Trump quando già era chiara la vittoria e le persone iniziavano a defluire dalle piazze. Dopo aver assistito a un'estenuante campagna elettorale piena di veleni, polemiche e colpi bassi, circa 220 milioni di aventi diritto sono stati chiamati prima a scegliere, poi aspettare il nome del 45esimo presidente degli Stati Uniti.

Continua qui 

Elezioni Usa 2016, dati LIVE: Donald Trump eletto presidente, staff Clinton a fan: 'Andate a casa'. I mercati vanno giù

Trump vince le elezioni Usa: il "Cigno nero" sorprende i mercati, Borse in picchiata

Donald Trump, la storia per immagini

Donald Trump presidente degli Stati Uniti, la profezia di Michael Moore a luglio: “Ecco perché questo sociopatico vincerà”

 

martedì 8 novembre 2016

Terremoto, Doglioni (Ingv), la sequenza durerà a lungo

Servono più fondi per la ricerca

La sequenza sismica che si è attivata in Italia centrale il 24 agosto scorso potrebbe "durare a lungo" e "non si possono escludere nuovi eventi importanti. Abbassare la guardia può essere pericoloso". Lo ha detto oggi a Roma il presidente dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv), Carlo Doglioni, in un incontro organizzato dalla Stampa estera. Come sia impossibile fare previsioni sui terremoti lo dimostra la storia sismica di quella zona, dove nel 1703 sono avvenuti due terremoti importanti, seguiti da un altro evento a distanza di due anni.

Più fondi per la ricerca
La ricerca italiana su terremoti e vulcani ha bisogno di fondi: "non ci sono soldi sufficienti per finanziare le attività scientifiche", ha detto ancora Doglioni. "L'esplorazione spaziale costa miliardi, mentre l'Ingv non ha finanziamenti per vivere", ha aggiunto riferendosi al fondo di 50 milioni l'anno destinato all'ente. "Quest'anno siamo in serissima difficoltà, al punto che non sappiamo come fare il bilancio. Riusciamo a pagare gli stipendi e a curare la manutenzione degli strumenti. Vorremmo - ha proseguito - quell'extra che ci servirebbe per fare più ricerca, invece non riusciamo ad arrivare a fine anno".


Dove è più probabile che avvengano forti terremoti
Prevedere i terremoti resta un'impresa impossibile, ma si può dire dove - non quando - è più probabile che possa avvenire un sisma con una certa magnitudo, ha rilevato Doglioni.  Alla luce di queste conoscenze, ha aggiunto, potrebbero essere integrate le attuali mappa della pericolosità sismica, che contiene i dati che definiscono quanto il territorio in cui viviamo sia soggetto agli effetti dei terremoti. "Auspico - ha detto - che in futuro si possa aggiungere a questa carta anche le conoscenze relative alla stima della magnitudo", con l'indicazione delle aree in cui è più probabile che si verifichino i terremoti maggiori.

Continua qui