venerdì 21 aprile 2017

Attentato terroristico a Parigi, spari sulla polizia agli Champs Elysées Ucciso un agente, due gravissimi

Un uomo, noto alle forze dell'ordine come islamico radicalizzato, ha aperto il fuoco con un mitra all'altezza del civico 102. Dopo aver colpito tre poliziotti è stato a sua volta colpito a morte. L'Isis rivendica l'attacco

Torna il terrore a Parigi e stavolta colpisce un altro dei luoghi simbolo della capitale francese, il celebre viale degli Champs-Elysées. A tre giorni dal primo turno per le elezioni presidenziali francesi, un uomo ha aperto il fuoco con un kalashnikov contro la polizia all'altezza del civico 102, davanti alle vetrine del negozio Marks & Spencer: un agente è morto, due gravemente feriti. Anche l'aggressore ha perso la vita nel conflitto a fuoco. L'obiettivo dell'attacco, secondo il portavoce del ministero dell'Interno, Pierre Henry-Brandet, era la polizia e le indagini sull’assalto sono stati affidate alla procura antiterrorismo. E proprio di terrorismo si tratta: la conferma è stata dal presidente francese François Hollande. In tarda serata è arrivata anche la rivendicazione dell'Isis. L'agenzia Amaq, legata allo Stato Islamico, riferisce che l'attacco è stato compiuto da «combattenti» dell'Isis, uno dei quali viene individuato in Abu Yusuf al Beljiki, ovvero «il belga». 

Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento