giovedì 31 agosto 2017

Harvey, morti salgono a 37. Due esplosioni in impianto chimico

Colpita la cittadina di Crosby alle porte di Houston. L'uragano in Louisiana

Harvey continua a devastare il Texas. due esplosioni hanno colpito oggi l'impianto chimico della Arkema nella cittadina di Crosby, alle porte di Houston: lo riporta la Bbc online, che cita funzionari delle squadre di soccorso. Colonne di fumo nero si levano dall'impianto. Secondo quanto riporta Bbc online si tratta dell'impianto della Arkema nella cittadina di Crosby, alle porte di Houston. Cresce il bilancio delle vittime, i morti accertati sono almeno 37. A Houston proclamato il coprifuoco dalla mezzanotte alle cinque. Critiche a Trump, accusato di essere rimasto troppo concentrato su se stesso, sulla risposta della sua amministrazione, senza nominare le vittime e lanciare appelli agli americani per aiuti e donazioni. La Fondazione Leonardo DiCaprio ha donato un milione di dollari al nuovo fondo istituito per l'emergenza.

Continua qui

Occupati tornano ai livelli 2008, oltre 23 milioni

A luglio +59.000 occupati mese, +294.000 anno

A luglio 2017 l'Istat stima gli occupati in crescita dello 0,3% rispetto a giugno (+59 mila) e dell'1,3% rispetto a luglio 2016 con una crescita di 294 mila unità. "Il numero di occupati ha superato il livello di 23 milioni di unità, soglia oltrepassata solo nel 2008, prima dell'inizio della lunga crisi".

Gli occupati sono a luglio 23,063 milioni di persone, il massimo a partire da ottobre 2008 (quando erano 23,081 milioni). La soglia era già stata oltrepassata a giugno, precisa l'Istat, a seguito della revisione dei dati provvisori. Il tasso di occupazione a luglio sale al 58% (+0,1 punti percentuali).

Continua qui

mercoledì 30 agosto 2017

La siccità affossa i conti dei Comuni del Basso Piemonte. Emergenza da 10mila euro al giorno

Acqui Terme (AL) - Almeno fino ai primi di settembre piogge non ne sono previste (e anche allora con un punto interrogativo), ma già adesso la situazione idrica è al limite nei paesi dell’Acquese serviti da Amag e la prossima settimana potrebbe peggiorare ulteriormente. Un impatto sociale - gli abitanti dell’area interessata sono oltre 13 mila, molti di più in questo periodo vacanziero -, ma anche economico, visto che questa emergenza costa almeno 10 mila euro al giorno per garantire un minimo di rifornimenti. Di qui la riunione dei sindaci convocata domani nella sede Amag di Acqui: alle 16 quelli dei Comuni astigiani (Serole, Olmo Gentile, S. Giorgio Scarampi, Roccaverano, Mombaldone, Vesime, Monastero Bormida), alle 18 quelli della Val Bormida (Bistagno, Cartosio, Castelletto d’Erro, Cavatore, Denice, Malvicino, Melazzo, Merana, Montechiaro d’Acqui, Pareto, Ponti, Spigno Monferrato, Terzo, Rocchetta Palafea, Cassinasco) tranne Ponzone che fa caso a sè. 

Continua qui

Dal primo gennaio il reddito di inclusione

Partirà a gennaio il reddito di inclusione (Rei). E' arrivato il via libera definitivo del Consiglio dei ministri al nuovo strumento di contrasto alla povertà. La misura che si rivvolge a 400mila famiglie consiste in un assegno mensile di importo variabile dai 190 fino ai 485 euro in base al numero dei componenti del nucleo familiare, per una durata massima di 18 mesi.

Continua qui video

Migranti, racconto dell'inferno libico: "Venduti come schiavi, picchiati e poi costretti a imbarcarci"


Lunghi mesi di violenze e soprusi in una condizione di schiavitù senza alcun contatto con organismi internazionali fino alla partenza coatta per le coste italiane: hanno questo in comune i racconti di tre africani approdati sulle coste italiane nei mesi precedenti all'estate e ora assistiti all'interno del progetto OpenEurope di Oxfam, Borderline Sicilia e Diaconia Valdese. Uno degli intervistati ci racconta dell'assoluta arbitrarietà a cui i migranti 'neri' sono sottoposti in Libia: "Ci bagnavano per filmarci e mandare il video all'Unione Europea (ma è probabile che il ragazzo si confonda con UNHCR o altro organismo, ndr) per fargli credere che ci avevano soccorsi in mare.

Continua qui (video)

lunedì 28 agosto 2017

Paesi in rivolta per le strade groviera: «Aspettiamo da due anni»

Carrega Ligure - La “rivolta” parte dai piccoli Comuni, quelli che non hanno sufficienti risorse, neppure per tappare i buchi. A guidarla è il sindaco di Carrega, Marco Guerrini, che ha inviato nelle scorse settimane una lettera alla Provincia e, per conoscenza, ai colleghi della Val Borbera. Nella missiva Guerrini esorta l’ente a “battere un colpo”. «La situazione delle strade è pessima – dice Guerrini – sono almeno due anni che attendiamo una serie di interventi non più rinviabili».

L’incontro tra i primi cittadini dei Comuni, da Vignole a Carrega, si è tenuto la scorsa settimana a Cantalupo Ligure. «La Provincia dice che non ci sono risorse per fare tutto quello che sarebbe necessario, dalla manutenzione delle strade agli interventi di consolidamento. Una soluzione, però, occorre trovarla, in tempi rapidi. Altrimenti sarà impossibile andare avanti».

Continua qui

Violenza sul figlio di 5 anni, padre arrestato durante un incontro protetto

Alessandria - Violenza sessuale sul figlio di 5 anni: è questa l’accusa che ha portato in carcere un panettiere di 31 anni, dell’Alessandrino. I carabinieri lo hanno scoperto in flagranza di reato durante un incontro protetto, ovvero concordato con magistratura, assistenti sociali e la madre del bambino.

L’uomo già un anno fa era stato denunciato dalla mamma del piccolo che si era confidato con lei sulle attenzioni particolari che il papà gli riservava. Le accuse non trovarono riscontri consistenti. Tuttavia la donna e il bimbo vennero trasferiti in una comunità protetta, fino ad alcune settimane fa quando sono stati autorizzati incontri di poche ore tra padre e figlio per verificare la possibilità di ricomporre un rapporto familiare.

Continua qui

Stupro di Rimini, il post del salviniano: "Quando toccherà alla Boldrini?"

Il post dopo lo stupro della polacca: "Ma alla Boldrini e alle donne del Pd, quando dovrà succedere?". Scoppia la bufera. E il movimento Noi con Salvini lo espelle

Dopo aver condiviso su Facebook la notizia dello stupro di una giovane polacca, aggredita a Rimini da un branco di nordafricani, il segretario cittadino di San Giovanni Rotondo (Foggia) di Noi con Salvini, Saverio Siorini, ha attaccato a testa bassa la presidente della Camera e le esponenti dem scatenando un'accesissima polemica politica. Tanto che dal Pd chiedono a Matteo Salvini di "chiedere scusa per queste parole d'odio". Ma il movimento, che appoggia il leader della Lega Nord, non solo si è subito dissociato dal post ma ha anche espulso Siorini.

Il post di Siorini è durissimo. E arriva proprio mentre si dà ancora la caccia ai responsabili della brutale violenza sessuale. "Lo stupro non si augura a nessuno - tuona su Facebook l'esponente di Noi con Salvini - ma questa è una provocazione che nessuno ha recepito. Ancor più strano è che la Boldrini non ha preso ancora una posizione contro questa odiosa recrudescenza di stupri visto che vede come protagonisti i suoi amici immigranti?". A distanza di alcune ore, durante le quali è stato subissato da pesanti insulti, Siorini è tornato sull'argomento cercando di precisare il senso del proprio post. "Capisco che il mio post è stato frainteso e anche strumentalizzato a favore di qualcuno, ma è tanta la rabbia per questa giovane donna stuprata, e il silenzio della Boldrini e di tutte le femministe (che hanno preferito accanirsi su di me), che non ci ho visto più - ha, quindi, scritto - ovvio che non era mia intenzione augurare il male a nessuno, con questo non cambio idea: auguro una castrazione chimica a tutti gli stupratori e la rabbia del popolo a tutti i complici del Pd".

Continua qui 

 

"Lo stupro è peggio all'inizio, poi la donna si calma": commento su Rimini, mediatore culturale rischia il posto

 

Le ultimissime METEO delle 12: confermato l'attacco all'estate da venerdì!

Il flash informativo del mezzogiorno solo per segnalare che il nuovo aggiornamento del modello americano ha confermato la crisi estiva in arrivo da venerdì con l'affondo di un' importante saccatura nel Mediterraneo e la fine della siccità e della calura estrema.

 

La lieve e parziale attenuazione del caldo prevista e peraltro già in atto al nord e martedì lungo l'Adriatico, sarà seguita da un ultimo sussulto caldo nelle giornate di mercoledì e giovedì (al sud anche in quella di venerdì), ad annunciare peraltro l'ingresso di una saccatura in grado di ridimensionare un po' la siccità e di chiudere i conti con la calura estrema che ha caratterizzato larga parte di questa stagione.

L'estate insomma subirà una piccola batosta, ne uscirà ridimensionata e anche più sopportabile e vivibile, cioè con la sua versione settembrina.

I temporali dalle prime ore di venerdì colpiranno dapprima nord, Sardegna e Toscana, risultando intensi su Liguria, Lombardia, parte del Piemonte, poi anche Triveneto, con replica più decisa sabato e con sfondamento anche più a sud nel corso del fine settimana.

Domenica si prevedono forti temporali sul Lazio e la Campania ma l'instabilità presto guadagnerà un po' tutte le regioni e il mulinello depressionario che l'accompagnerà ci terrà compagnia almeno sino ai primi giorni della prossima settimana, con fenomeni che poi potrebbero trovare nuova linfa nel mare sempre molto caldo (ha raggiunto ormai i picchi più alti di riscaldamento stagionale).

 

Continua qui

 

GIOVEDI sera attesi i primi temibili temporali su ovest Alpi, Piemonte ed alta Lombardia; lo conferma il nostro modello. Si tratterà di fenomeni pre-frontali, i più insidiosi in situazioni come queste.

 

ROTTURA ESTIVA: che TRACOLLO TERMICO nel prossimo week-end sul nord-ovest (e non solo!)

 

Texas : uragano Harvey provoca devastazione e vittime. Houston inondata e paralizzata

Continua a provocare devastazione e vittime l'uragano Harvey negli Stati Uniti, in particolare in Texas dove tre giorni fa ha effettuato il landfall. Gravemente colpita dal ciclone tropicale la città di Houston capoluogo della contea di Harris nello Stato del Texas e quarta città più popolosa degli USA.

Dopo i venti tempestosi oltre 200 km/h che hanno flagellato gran parte del Paese, in
particolare i settori costieri colpiti anche dalle mareggiate, si sono scatenate piogge fortissime a causa della risalita di vasti sistemi temporaleschi che ruotano molto lentamente attorno alla spirale dell'uragano. Le piogge diffuse e di forte entità, anche a carattere di nubifragio persistente, hanno mandato in tilt Houston dove tantissime persone sono state costrette a rifugiarsi sui tetti per sfuggire alle inondazioni.
Continua qui

Infermiere tedesco killer, uccisi almeno 84 pazienti

Autorità affermano di avere prove

E' accusato di aver ucciso almeno 84 pazienti l'infermiere tedesco Niels Hoegel, arrestato nel 2015, sospettato di aver provocato la morte, con un'overdose di medicine cardiache, di due ricoverati e di aver tentato altri assassinii nella clinica della città nord-occidentale di Delmenhors. Il capo della polizia Johann Kuehme ha affermato che le autorità hanno le prove di almeno 84 omicidi, dopo autopsie condotte sui cadaveri.

Continua qui

sabato 26 agosto 2017

Dalla telefonia alla Pay tv ignorato lo stop di Agcom sulle 13 bollette in un anno

L’Autorità vuole la tariffazione mensile per telefoni fissi e Internet e a settembre deciderà su Sky. Ma le compagnie sperano nel Tar. Se il tribunale desse ragione all’organismo di controllo scatteranno sanzioni e risarcimenti


ROMA -  Un mese in più di canone da pagare, in un anno, per i servizi telefonici e televisivi. Adesso anche Sky cambia in questo senso i contratti in vigore: passa dal primo ottobre a una tariffazione ogni 28 giorni. E gli operatori telefonici continuano ad applicare questi rincari generalizzati nonostante Agcom, l’Autorità garante delle comunicazioni, glielo abbia vietato esplicitamente, con una delibera dello scorso marzo.

La resa dei conti è vicina, però: prima a settembre, quando Agcom si riserverà di decidere sia sul caso di Sky e sia su eventuali sanzioni, forse milionarie, a carico degli operatori telefonici inadempienti. Poi a febbraio 2018, quando è fissato l’udienza presso il Tar del Lazio a cui gli operatori si sono rivolti per provare a bloccare la delibera di Agcom di marzo.


Si è creata quindi una tipica situazione “all’italiana”. Da una parte le norme – di Agcom, cioè dell’Autorità competente in materia - dicono che no, non ci possono essere offerte basate su addebiti ogni 28 giorni su rete fissa (telefono, Adsl, fibra ottica); perché questo cambio contrattuale, applicato a pioggia su tutti gli utenti, equivale a un rincaro di circa l’8,6 per cento dei prezzi annuali (le mensilità in un anno diventano 13) e perché si rischia una minore trasparenza delle tariffe. Dall’altra, non solo gli operatori fissi hanno deciso di ignorare la delibera, ma anche adesso il fenomeno attecchisce in altri settori, come quello della tv a pagamento, come dimostra la mossa di Sky.

Il gigante televisivo in questi giorni sta avvisando della novità tutti i suoi 4,760 milioni di abbonati. E questi devono stare attenti a non farsi sfuggire la comunicazione di Sky, distratti dal clima ancora vacanziero, perché hanno fino al 30 settembre per rifiutare la modifica contrattuale chiedendo una disdetta gratuita del contratto. La legge in questi casi di “modifiche contrattuali unilaterali” (cioè imposte dagli operatori) concede infatti agli utenti solo il diritto a disdire senza spese, entro 30 giorni.


Continua qui

Torna la paura a Bruxelles, militari feriti a coltellate

Attentatore morto. Anche a Londra aggrediti due poliziotti

Torna la paura a Bruxelles, sempre al centro delle trame dell'Isis. In serata, in una strada del centro, un somalo sulla trentina, al grido di 'Allah Akhbar' ha attaccato dei militari in servizio antiterrorismo. I militari hanno sparato e lo hanno colpito. L'uomo è morto poco dopo il ricovero in ospedale. Due soldati sono rimasti leggermente feriti. La procura lo sta trattando come un episodio di terrorismo, ma "isolato". L'attentatore, secondo quanto emerso finora, non infatti era conosciuto per legami con l'estremismo islamico. La scena si è svolta a Boulevard Emile Jacqmain, non molto lontano dalla turistica Grand Place, in pieno centro.

"Erano circa le otto e un quarto - ha raccontato il sindaco di Bruxelles, Philippe Close - quando un individuo isolato si è avventato contro tre militari di pattuglia" impugnando un'arma da taglio, forse un coltello o un machete. L'uomo, che secondo alcuni testimoni ha gridato per due volte 'Allah Akbar', è stato subito neutralizzato. Gli agenti hanno reagito all'aggressione sparando e ferendo l'attentatore con due colpi al torace. Le condizioni del somalo sono subite apparse molto gravi ed è deceduto poco dopo il ricovero in ospedale.

Continua qui

venerdì 25 agosto 2017

Bergamo, il bicchiere d'acqua costa 5 euro: la famiglia indignata lascia il bar

Una coppia in un locale in centro ha chiesto, oltre a due spritz, un bicchiere d'acqua per la bambina. Ma è arrivata una bottiglietta con 5 euro di scontrino: "All'ora dell'aperitivo anche l'acqua si paga di più"

Attenzione a chiedere un bicchiere d'acqua in orario di aperitivi. Potreste avere delle brutte sorprese come è successo in un frequentato locale in centro a Bergamo a due genitori con figlioletta al seguito.

La coppia, secondo quanto riporta il Giornale di Brescia, ha prima ordinato due spritz, al costo di 14 euro e, successivamente, un bicchiere d'acqua per la loro bambina di 7 anni. Peccato che quando la cameriera è arrivata con la bottiglietta d'acqua da 20 cl (corrispettivo esatto di 1 bicchiere) abbia presentato anche il relativo scontrino da 5 euro.

La donna ha raccontato di aver pensato ad un errore e di aver quindi chiesto spiegazioni sia alla cameriera sia al responsabile. Risposta del titolare del locale: "Sono 5 euro perchè si tratta di una consumazione in orario di aperitivo" . A nulla è valso spiegare che la richiesta era stata di un bicchiere e non di una bottiglietta. Chissà a quanti di voi sarà capitato qualcosa di simile. E chissà quanti avranno deciso, pur innervositi, di pagare, arrendendosi davanti all'inflessibilità degli esercenti.


Continua qui

Meteo Italia: CALDO ANOMALO e nessuna pioggia di rilievo fino a inizio Settembre

Anticiclone a tratti appena disturbato, le temperature si mantengono oltre la media

TENDENZA METEO PROSSIMI GIORNI, ANCORA ANTICICLONE, POCHI TEMPORALI - L'anticiclone africano verrà supportato anche da una componente azzorriana nei prossimi giorni, determinando condizioni meteo-climatiche ancora in prevalenza secche e calde sull'Italia. L'alta pressione verrà solo a tratti parzialmente disturbata ora dalle correnti atlantiche in sprofondamento sulla Penisola Iberica, ora da qualche spiffero fresco da Nordest, ma nel complesso manterrà le proprie posizioni sul Mediterraneo centrale almeno fino ai primi giorni di Settembre.

Non si intravedono purtroppo almeno nel medio termine grossi scossoni a questa situazione, che potrebbe portare alle benefiche piogge sull'Italia, se non un graduale abbassamento del flusso umido atlantico. Inutile ormai ribadire che la situazione sul fronte siccità è davvero seria anche alla luce di questa linea di tendenza, considerato che non solo l'Estate è stata particolarmente avara di piogge, ma per ora in generale tutto l'anno 2017 ha visto pesanti deficit pluviometrici salvo rare eccezioni.

Sole dunque ancora prevalente per tutto il weekend e anche la prossima settimana, sebbene con qualche banco nuvoloso sparso di passaggio e locali temporali di calore possibili su Alpi, Prealpi e Appennino, specie abruzzese. Lunedì un lieve cedimento della pressione al Nord potrebbe favorire qualche isolato fenomeno in Valpadana e martedì qualche focolaio temporalesco in più lungo la dorsale, ma per il resto c'è davvero poco da segnalare almeno per ora.

Continua qui

Siccità Italia: 2017 con gravi deficit pluviometrici

 

 

 

Migranti sgomberati a Roma, scontri con la polizia: 13 rifugiati feriti

Tensioni in piazza Indipendenza, al centro di Roma. Video-shock: se tirano qualcosa spaccategli un braccio. Il prefetto: "Cʼerano infiltrati". Aperta inchiesta interna su frase agente

Tensioni nel centro di Roma. Un centinaio di migranti, che erano stati costretti a lasciare un palazzo di via Curtatone, sono stati sgomberati dai giardini di piazza Indipendenza. I profughi hanno lanciato sassi, bottiglie e bombole contro gli agenti, che hanno risposto con gli idranti. Al vaglio la posizione di quattro stranieri. Negli scontri 13 migranti sono rimasti feriti. Dietro il rifiuto di un'altra sistemazione i Movimenti di Lotta per la Casa.

Continua qui

Vasto rogo sul Monte Giano, brucia anche la storica scritta Dux

La pineta realizzata nel 1939 come omaggio a Benito Mussolini rischia di venire distrutta

Peggiora la situazione sul monte Giano, nel comune reatino di Antrodoco, dove un incendio da due giorni tiene impegnate squadre di Vigili del fuoco e mezzi aerei anche a ridosso del centro abitato. Le fiamme hanno ripreso a bruciare la vegetazione e hanno raggiunto la storica scritta "Dux" realizzata nel 1939 dalla Scuola Allievi Guardie Forestali di Cittaducale come omaggio a Benito Mussolini.

Continua qui

giovedì 24 agosto 2017

ENORME FRANA tra la Lombardia e la Svizzera, in Val Bregaglia, 8 dispersi. VIDEO

Impressionante frana: 4 milioni di metri cubi da Pizzo Cengalo, travolte diverse baite


AGGIORNAMENTO - Ci sarebbero 8 dispersi a seguito dell'enorme frana distaccatasi ieri dal Pizzo Cengalo e che ha riversato in Val Bregaglia 4 milioni di metri cubi di terra e roccia. Sarebbero di nazionalità austriaca, tedesca e svizzera, impegnate in escursioni proprio sul monte in parte crollato.

Enorme frana travolte la Val Bregaglia, sopra la Valchiavenna a confine con la Svizzera - Il distacco di 4 milioni di metri cubi di terra da Pizzo Cengalo ha prodotto una impressionante frana che ha devastato la Val Bregaglia, a confine con la Svizzera, fermandosi nei pressi del centro abitato di Bondo. Nel suo percorso la frana ha distrutto diverse baite: un centinaio gli sfollati tra i residenti di Bondo, Promontogno, Sottoponte e Spino, turisti, campeggiatori e alpinisti ospiti delle capanne Sciora e Sasc Furä. La tragedia è stata evitata grazie anche all'efficiente sistema di allarme elvetico, che nel monitoraggio dei movimenti del terreno ha fatto si che i semafori della zona bloccassero tutte le strade.

Continua qui

Ancora fuoco in Val Borbera (AL)

Novi Ligure (AL)

Un nuovo incendio sta interessando la Val Borbera. Questa volta le fiamme si sino sprigionate nel territorio di  Vignole, nei pressi di Precipiano, vicino al cimitero.
Il fronte dell’incendio non è vasto, circa un centinaio di metri, ma quello che preoccupa sono i cassoni dell’Isola ecologica, che però come afferma il sindaco Giuseppe Teti, “fortunatamente sono stati svuotati da pochi giorni, ma purtroppo c’è del materiale di legno e della plastica”.
Nelle fiamme anche i sacchetti di sabbia che erano stati stivati in quel luogo, dopo l’allagamento di due anni fa. Sul posto sono già in azione i vigili del fuoco di Novi Ligure. Sembra, comunque che la situazione sia sotto controllo.

Continua qui

In fumo un capannone a Pozzolo e a Cassano è a fuoco il bordo autostradale

 

 

Condannata Donatella Galli, la leghista che scrisse su Facebook "Forza Vesuvio" „Condannata Donatella Galli, la leghista che scrisse su Facebook "Forza Vesuvio"“

Condannata Donatella Galli, la leghista che scrisse su Facebook "Forza Vesuvio"
Denunciata dall'avvocato Angelo Pisani, è stata condannata a venti giorni di reclusione e al pagamento delle spese processuali, nonché al risarcimento danni simbolicamente richiesto


Condannata Donatella Galli, la leghista che scrisse su Facebook "Forza Vesuvio"
Sono state pubblicate le motivazioni della condanna per Donatella Galli, esponente della Lega Nord che sul suo profilo Facebook nel 2012 inneggiò a Etna e Vesuvio in un post contro i meridionali.
La Galli era stata denunciata dall’avvocato Angelo Pisani, all’epoca presidente della VIII Municipalità di Napoli, per i suoi atteggiamenti di istigazione all’odio razziale. La difesa della donna aveva provato a minimizzare la portata lesiva di quanto scritto, nel tentativo di farlo passare come uno sfottò.
Linea respinta dal giudice del Tribunale di Monza Elena Sechi che, con una sentenza destinata a fare storia, lo scorso 30 giugno ha condannato Donatella Galli a venti giorni di reclusione e al pagamento delle spese processuali, nonché al risarcimento danni simbolicamente richiesto dall'avvocato Pisani costituitosi parte civile.


Potrebbe interessarti: http://www.napolitoday.it/blog/i-media-e-napoli/condannata-donatella-galli-lega-nord-post-vesuvio.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/NapoliToday

Continua qui

Sestri Levante, coppia di pensionati ruba lo zaino a un immigrato della Romania

Sestri Levante - Pensionati italiani rubano lo zaino a un operaio romeno. È successo lo scorso 11 agosto al supermercato Ekom di via Pontino, a Sestri Levante. I carabinieri, coordinati dal capitano Massimo Esposito, sono risaliti alla coppia spezzina di Deiva Marina grazie alle telecamere interne ed esterne del supermercato. I due (lui d’origine pugliese, nato nel 1947 a Lecce, e lei nata nel 1953 a Vibo Valentia, in Calabria) sono insospettabili. E, forse, proprio per questo ancora incensurati. Al di sopra dei pregiudizi e, apparentemente, benestanti.

L’operaio, nato nel 1968, incensurato, da anni a Sestri Levante, dove lavora nell’edilizia con regolare contratto, era in partenza per la Romania per trascorrere le ferie insieme alla famiglia. All’Ekom per fare la spesa, ha lasciato lo zaino vicino alla cassa come richiesto dal regolamento del supermercato e ha iniziato i suoi acquisti. Giunto alla cassa per pagare, però, si è accorto che il suo zaino era sparito e ha dato l’allarme.

Continua qui

Rischio terrorismo, concerto annullato a Rotterdam. Trovato furgone con gas

L’autista del mezzo è stato arrestato. La segnalazione è arrivata alle autorità olandesi dalla Spagna. Fonti investigative spagnole, secondo quanto riporta il britannico Mirror, riferiscono che, al momento, non c’è alcun collegamento con gli attacchi avvenuti a Barcellona e Cambrils

Paura a Rotterdam ieri sera dove all’ultimo minuto il concerto della band americana Allah-Las è stato annullato per una «minaccia terroristica». Vicino al luogo dell’evento è stato trovato un furgone con targa spagnola contenente bombole di gas. L’autista del van, di nazionalità spagnola, è stato arrestato. Lo ha detto il sindaco della città olandese. Il concerto doveva tenersi all’ex silos Maassilo. Il club è stato subito evacuato dalla polizia. Le forze dell’ordine hanno scortato e portato al sicuro i membri della band. La tv olandese ha trasmesso le immagini degli spettatori scortati fuori dagli agenti che indossavano giubbotti anti-proiettile.

Continua qui

Ogni anno migliaia di nuovi abusi. Demolito solo un edificio su dieci

L’Agenzia del territorio ha scoperto più di un milione di immobili mai censiti. Corsa ai condoni mascherati. Legambiente: “Il cemento porta consenso elettorale”

Sull’isola di Ischia, a Casamicciola, ieri i vigili del fuoco hanno portato in un luogo sicuro la statua della Madonna addolorata che era nella chiesa del Purgatorio, crollata nel terremoto


inviato a Ischia
I numeri dell’abusivismo edilizio sono davvero impietosi. Secondo il centro di ricerche Cresme, nel corso del 2016, quando il fenomeno dovrebbe essere ormai debellato, sono stati costruiti 17mila nuovi immobili fuorilegge (dati ufficiali, basati su sequestri ordinati dalla magistratura). Sempre più spesso accade lungo il mare dove imperterrite sorgono nuove ville, stabilimenti balneari, piscine, resort, campeggi. Vedi il villaggio di migliaia di villette illegali a Torre Mileto, in provincia di Foggia. O l’area archeologica di Capo Colonna, a Crotone, dove c’è una lottizzazione di 35 ville del tutto abusive. O ancora le case fuorilegge di Ischia. O quelle di Licata, in provincia di Agrigento, che sono costate la poltrona al sindaco Angelo Cambiano, che vive sotto scorta.

Gli edifici «fantasma»
Sei anni fa, nel 2011, gli abusi censiti erano stati 25.800. Tra il 2003 e il 2011 sono state mappate 258 mila case abusive che si aggiungevano alla montagna di manufatti illegali costruiti nei decenni precedenti. Morale: secondo l’Agenzia del Territorio, che ha realizzato la mappatura aerea dell’Italia, ci sono 1,2 milioni di edifici «fantasma». È’ proprio di questi giorni l’ondata di lettere ai proprietari, 150 mila solo in Piemonte, che sono invitati ad accatastare i fabbricati rurali, pagando una tassa che oscilla tra 172 e 8264 euro.

Continua qui

martedì 22 agosto 2017

Terremoto a Ischia: due morti. Salvati i piccoli Pasquale e Mattias, si scava per il fratellino Ciro

Magnitudo di 4, dopo un primo annuncio di 3.6

E' stato estratto vivo dai vigili del fuoco uno dei due bambini sotto le macerie ad Ischia, località Casamicciola, colpita ieri sera da un terremoto di magnitudo 4. Si tratta di Mattias: il bimbo sta bene. I vigili del fuoco hanno ormai raggiunto e stanno lavorando per estrarlo anche il fratellino Ciro. Anche lui sta bene secondo le informazioni dei vigili del fuoco. I soccorritori sono anche riusciti a porgere ai bimbi due bottigliette d'acqua. Il fratellino neonato è stato il primo ad essere estratto vivo dai vigili del fuoco. 

Le prime foto dopo il terremoto

 Alcune case sono crollate a Casamicciola, travolgendo diverse famiglie. Due le donne morte: una colpita dai calcinacci di una chiesa, un'altra travolta dalle macerie della sua casa. Due uomini e due donne sono stati trovati vivi sotto le case crollate. I feriti accertati sono 39, di cui uno gravissimo. Paura tra i tanti turisti in vacanza sull'isola, ma in sindaci rassicurano: "Crolli localizzati, falso che siano in tutta l'isola. Nessun legame sisma-abusivismo". I geologi però evidenziano che si tratta di "crolli non normali per un terremoto di magnitudo 4".

Continua qui

Terremoto Ischia: in salvo intera famiglia. Estratti anche i due fratelli. "Ciro ha salvato la vita a Mattia"

 

Terremoto Ischia, geologi: "Allucinante morire di magnitudo 4". Delrio: "Italia fragile da mettere in sicurezza. E presto"

 

L'allarme inascoltato di Legambiente: "Ischia capitale dell'abusivismo e del rischio"

 

 

Catalogna, ucciso Younes Abouyaaqoub: il terrorista indossava cintura esplosiva finta

Il 22enne marocchino autore della strage sulla Rambla, era arrivato a Subirats, una cinquantina di chilometri da Barcellona. La sua morte è stata confermata su Twitter dai Mossos d'Esquadra, la polizia catalana. Ad avvisare gli agenti una donna. Il giovane ha invocato Allah prima di morire


BARCELLONA - È finita la fuga di Younes Abouyaaqoub, l'unico componente della cellula islamista riuscito a scappare dopo la strage sulla Rambla. È stato ucciso in un'operazione della polizia catalana nel primo pomeriggio a Subirats, una località di poco più di duemila abitanti tra i vigneti della Catalogna, a circa 50 chilometri da Barcellona.

È stata una donna a riconoscerlo. Poche ore prima era stato diffuso il suo identikit: alto 1,80, pelle scura, capelli corti, forse con la barba, "pericoloso e probabilmente armato". Insospettita da un uomo che "malgrado il caldo indossasse una camicia a maniche lunghe" - ha raccontato il capo della polizia Josep LLuis Trapero - la signora l'ha chiamato da lontano e l'ha visto fuggire tra i vigneti. Quando è stato raggiunto dagli agenti aveva indosso una cintura esplosiva, finta secondo i media spagnoli, ha urlato "Allahu akhbar", quindi è stato colpito a morte.

Continua qui

Terremoto a Ischia, due vittime. Crolla abitazione, famiglia imprigionata. Almeno 36 feriti

Una scossa ha colpito l'isola e la costa flegrea. Danni soprattutto a Casamicciola. La prima vittima è un'anziana colpita dai calcinacci di una chiesa. Il secondo morto è un'altra donna trovata morta sotto le macerie. Un'intera famiglia imprigionata, tre tratti in salvo tra cui il papà. Alle 4 estratto vivo un bimbo di 7 mesi. Si cercano ancora i due fratellini


Salvato nella notte bimbo di 17 mesi Altri due fratellini vivi sotto le macerie




È di due vittime accertate e di 36 feriti - nessuno in codice rosso - il bilancio della scossa di terremoto di magnitudo 3.6 (poi ricalcolata di magnitudo 4), che ha colpito Ischia e la costa flegrea. Centinaia le persone in strada, crolli e danni, distrutta la chiesa del Purgatorio, isolati numerosi alberghi. "Un boato, poi il black out" raccontano alcuni testimoni. Panico in tutta l'isola.

Continua qui

Terremoto a Ischia, dopo la scossa 14 repliche

 

lunedì 21 agosto 2017

Carugate, dopo essere stato multato si arrabbia col disabile: «Sono contento della tua disgrazia»

Un cliente di un centro commerciale, multato per avere parcheggiato su un posteggio riservato ai disabili, ha affisso un cartello destinato alla persona in carrozzina che aveva segnalato ai vigili l'abuso

 

Parcheggio sotterraneo del centro commerciale Carosello di Carugate, provincia di Milano. Sulla cassetta di un idrante, qualcuno ha affisso un cartello. «A te handiccappato che ieri hai chiamato i vigili per non fare due metri in più vorrei dirti questo: a me 60 euro non cambiano nulla, ma tu rimani sempre un povero handiccappato. Sono contento che ti sia capitata questa disgrazia».

Non si sa chi l’abbia scritto, ma sicuramente è un cliente del centro commerciale, multato per avere parcheggiato su un posteggio riservato ai disabili.
Secondo la ricostruzione dei vigili, è stata una delle persone che aveva il diritto di usufruire dei parcheggi riservati, un uomo in sedia a rotelle, a segnalare l’abuso.

E il trasgressore, non pago della violazione, una volta tornato a casa ha scritto e stampato il cartello (tra l’altro, aggiungendo per due volte una «c» non dovuta alla parola «handicappato»), che è tornato ad affiggere nel parcheggio.
A fotografarlo è stato un altro cliente del centro commerciale, Claudio Sala, che l’ha postato sulla sua pagina Facebook definendolo ironicamente «perla di civiltà». L’immagine è diventata virale, e ha scatenato l’indignazione della Rete.

Continua qui

Gli archeologi riscrivono la storia: Montebore noto già in epoca romana

L’antenato del caratteristico formaggio veniva consumato a Libarna, lo sostengono due studiosi che saranno premiati a Garbagna


SERRAVALLE SCRIVIA (AL)
Per scoprire l’origine di un cibo non serve il Carbonio 14, basta leggere la Storia. Il Montebore, formaggio tipico dell’Appennino piemontese che si produce in val Borbera, vanta origini risalenti agli antichi Liguri. Lo sostiene Filippo Maria Gambari, direttore del Museo delle Civiltà di Roma, che sull’argomento ha approfondito studi che gli sono valsi assieme alla collega Marica Venturino (Sovrintendenza belle arti del Sud Piemonte) il riconoscimento «Appennino di Montebore». Gambari e Venturino saranno premiati sabato alle 18 a Garbagna, alle porte della Val Curone dal Consorzio del Montebore.

La tesi sostenuta dai due è che a Libarna (città romana che sorgeva sulla via Postumia e oggi sito archeologico vicino a Serravalle Scrivia) si mangiasse un formaggio di capra prodotto sui monti limitrofi, in quella che è l’attuale Montebore, borgo a cavallo frale valli Curone e Borbera da cui ha origine il nome del formaggio. Gli studiosi hanno individuato nella «Tabula alimentaria traiana» rinvenuta nel 1747 a Velleia (l’attuale Lugagnano Val d’Arda nel Piacentino) un riferimento al «Pago Eboreo di Libarna», cioè il villaggio di Montebore (nella foto sotto le rovine della rocca) che al tempo dei Latini era abitato da soldati che vigilavano sulla via del Sale. Un territorio alle dipendenze amministrative di Libarna, posto di guardia per soldati e contadini che allevavano ovini e producevano l’antenato di quel formaggio costituito dalla sovrapposizione di forme di diverso diametro (oggi di latte vaccino e in parte minore ovino, all’epoca robiole di formaggio di capra), che ricordano tanto i castellari (poggi terrazzati) liguri e pre-romani dai cui abitanti fu forse inventato.

Continua qui

Non ancora domato l’incendio nei boschi di Mongiardino: in azione Canadair ed elicottero

Il rogo in Val Borbera è divampato ieri e interessa una zona impervia, su una superficie di diversi ettari


NOVI LIGURE (AL)
Non si placano gli incendi in alta Val Borbera. Nuovi focolai si sono innescati nel corso della notte nuovamente nei boschi di Mongiardino Ligure, malgrado i continui interventi dei vigili del fuoco per l’intera giornata di sabato.

Oggi le fiamme hanno anche raggiunto la boscaglia nella vicina Val Sisola nelle vicinanze dell’abitato di Lago Patrono. Problemi alla viabilità all’altezza del chilometro 8 della provinciale 143 in prossimità della frazione Vergagni. Nel pomeriggio, oltre alle squadre di Novi e Alessandria, sono intervenuti un elicottero e un Canadair.

Continua qui

domenica 20 agosto 2017

Magic Johnson e Samuel L. Jackson scambiati per migranti, la foto e il “meme” diventati esperimento sociale


Forte dei Marmi - Alcuni passanti li hanno notati seduti su una panchina nel centro di Forte dei Marmi e li hanno fotografati. Sono Samuel L Jackson e Magic Johnson, due star afroamericane in vacanza nel Mediterraneo in queste settimane. Il popolarissimo attore di ‘Pulp Fiction’ e ‘Django Unchained’ e l’ex cestista dell’Nba hanno fatto acquisti al Forte e stanno trascorrendo le vacanze insieme: nei giorni scorsi erano a Portofino.

Poi, mentre la foto si diffondeva in Rete, a qualcuno è venuto in mente di fare un esperimento sociale: indurre in errore i lettori e vedere che succede. L’autore comico Luca Bottura prende l’immagine frontale, crea un meme palesemente ironico (”Risorse boldriniane a Forte dei Marmi fanno shopping da Prada coi 35 euro. Condividi se sei indignato!”), e aspetta.

Continua qui

sabato 19 agosto 2017

Attentato a Barcellona: L'autista-killer forse vivo e in Francia. Volevano fare centinaia di morti

Un minuto di silenzio con migliaia in piazza per ricordare le vittime, poi le grida: 'Non ho paura'

Oltre 48 ore dopo l'attacco sulla rambla, a Barcellona sono nel vivo le indagini per ricostruire l'accaduto e risalire ai responsabili. Le ultime notizie che giungono dalla Spagna è che l'autista del furgone che ha falciato e ucciso 13 persone potrebbe essere ancora vivo e in fuga in Francia. Le forze dell'ordine stanno dando la caccia a Younes Abouyaaqoub, il giovane che ora gli inquirenti hanno identificato come l'autista-killer. Gli altri 4 terroristi ricercati per la strage, tra cui Moussa Oukabir, 17 anni, sono stati uccisi dalla polizia catalana con un quinto terrorista a Cambrils

Continua qui 

 

Russia: attacca passanti con un coltello VIDEO L'Isis rivendica

 

 

 

venerdì 18 agosto 2017

Al fiume con alcuni amici, ragazzo annega nello Scrivia

Serravalle Scrivia (AL)

Un ragazzo di nazionalità nigeriana di circa 28 anni è annegato nel pomeriggio di venerdì 18 agosto nel fiume Scrivia a Serravalle. Il giovane si trovava vicino a greto del fiume con un gruppo di connazionali. Inutili i tentativi di rianimazione da parte del 118. Il giovane non sapeva nuotare e con ogni probabilità in quel punto l'acqua era profonda da non toccare con i piedi

Erano da poco passate le 16,30 quando gli operatori del 118 sono arrivati sul greto del fiume Scrivia, tra Serravalle e Arquata, per soccorrere un giovane di 28 anni di nazionalità nigeriana. Per il ragazzo, però, non c'era più nulla da fare: è morto annegato in quel punto di fiume, sotto l'autostrada, dove l'acqua con tutta probabilità era più alta, tanto da non consentirgli di toccare sul fondo con i piedi.

Continua qui

Attacco in Finlandia: 8 persone ferite, due i morti. Fermato l'attentatore

Nella città di Turku .La polizia arresta il killer. 'Tutte le piste ancora aperte'

Dopo Barcellona e la Spagna il terrore colpisce anche la Finlandia dove diverse persone sono state colpite a coltellate in un attacco nella città di Turku, cittadina del sud-est del paese da 170mila abitanti. Il bilancio è di due morti e 8 feriti.

Un uomo armato di un grande coltello ha assaltato la folla nella zona centrale di Puutori e piazza del Mercato. "Colpiva alla cieca", ha raccontato un testimone ai media locali. La polizia è intervenuta e gli ha sparato a una coscia, bloccando la folle scia di sangue. L'uomo è stato arrestato dalle forze dell'ordine ma le sue generalità non sono note. "All'apparenza sembra straniero - ha detto la ministra dell'Interno Paula Risikko - ma sono in corso verifiche sui registri".

Continua qui

Divampano gli incendi in Val Borbera, all’altezza delle strette di Pertuso

Quattro diversi roghi, non si esclude la matrice dolosa. Traffico rallentato sulla provinciale


BORGHETTO BORBERA (AL)
Serie di incendi nella zona di Borghetto Borbera. I vigili del fuoco sono intervenuti su quattro focolai, il più grave dei quali in prossimità delle strette di Pertuso, tra la frazione Persi e Pertuso. Le fiamme, non ancora del tutto sedate alle 18,30, hanno interessato un’ampia area, tanto che oltre alle squadre dei pompieri provenienti da Novi, Tortona e Alessandria è stato richiesto l’intervento dei Canadair. Non si esclude la matrice dolosa.

Altri tre incendi si sono sviluppati nelle vicinanze delle piscine «Bolle blu» e in località Bosco Piano, oltre a diverse sterpaglie, sempre nel territorio di Borghetto. 

Continua qui

Val Borbera. Un altro incendio sulle “Strette”

 

 

Terrore a Barcellona: 14 morti tra cui 2 italiani. Sventato un altro attacco

Pedoni investiti. C'è un terrorista in fuga. Testimone italiana: 'Inseguiva le persone'

Terrore a Barcellona, ma la città si risveglia con la voglia di vivere senza dimenticare l'orrore. Migliaia di cittadini si sono riuniti attorno a Re Felipe VI, al premier Mariano Rajoy e al presidente catalano Carles Puigdemont in Plaza Catalunya, cuore di Barcellona, per un minuto di silenzio in omaggio alle vittime dell'attentato di ieri. Dopo il minuto di silenzio la folla si è sciolta in un lungo applauso, fra grida di "No Tengo Miedo", "Non ho paura".

Da Nizza a Barcellona, auto e camion contro la folla VIDEO

E' di 14 persone morte, tra cui anche due italiani, e un centinaio di feriti il bilancio dell'attacco terroristico a Barcellona, dove un furgone ha investito i pedoni nella Rambla. L'autista, il 18enne Moussa Oukabir, è ancora in fuga e tre suoi presunti complici sono stati arrestati. Altri cinque terroristi sono stati invece uccisi a Cambrils, durante un secondo attacco, ed erano in attesa di progettarne un terzo. Una donna ferita dai terroristi sul lungomare di Cambrils è morta in ospedale. 

Continua qui

giovedì 17 agosto 2017

La Val Borbera brucia: quattro incendi a Borghetto

Vigili del fuoco in azione
In fiamme i campi a Variano. Pericoloso soprattutto quanto sta avvenendo all'ingresso delle Strette. In arrivo i canadair

Borghetto di Borbera (AL)
Sono in corso da diverse ore in Val Borbera ben quattro incendi, si presume dolosi, tutti nel Comune di Borghetto Borbera.
Uno è scoppiato a Variano, non lontano dalle piscine Bolle Blu. In fiamme anche alcuni campi di sterpaglie. L’episodio più preoccupante all’ingresso delle Strette del Borbera, vicino al bivio per Fontana.

Il fuoco sta interessando un’area piuttosto vasta che dalla strada sta salendo verso il bosco. I vigili del fuoco sono sul posto e sono stati chiamati anche i canadair per evitare che le fiamme si estendano ulteriormente. Negli ultimi giorni sono stati contati undici incendi nella sola vallata.

Continua qui

Barcellona, furgone contro folla sulla Rambla: diversi feriti e almeno due morti

Pedoni investiti su marciapiede. Autista in fuga. Testimone italiana: 'Inseguiva le persone

Due persone armate sono trincerate in un ristorante turco del mercato della Boqueria, sulla Rambla, riferisce la tv pubblica Rtve. Non è chiaro al momento secondo l'emittente se abbiano preso degli ostaggi.

Sarebbero almeno due i morti a Barcellona, dopo che il furgone ha travolto diverse persone sulla Rambla. Ci sarebbero anche diversi feriti. Il viale è stato transennato ed evacuato. Il conducente - ricercato dalla polizia - ha abbandonato il veicolo e sarebbe fuggito a piedi. Il furgone è salito sulla parte centrale del celebre viale del centro di Barcellona, percorso da numerosi turisti, e si è schiantato contro una edicola all'altezza dell'incrocio con Carrer Bonsucces dopo avere investito una decina di persone. La tv pubblica Rtve ha mostrato una immagine con alcune persone stese a terra.

Continua qui

La crisi idrica asseta i paesi: si va verso lo stato di calamità

Diverse misure, anche eccezionali, per far fronte all'emergenza idrica.


PROVINCIA DI ALESSANDRIA – Le nuvole si affacciano in cielo ma continuano a rimanere mute, lasciando a secco la provincia. E questo non fa che aggravare, giorno dopo giorno, la crisi idrica. Il Gruppo Amag sta quindi gestendo con manovre eccezionali i problemi legati all’emergenza, che non ha toccato i grandi comuni serviti dall’azienda ma che sta complicando la vita a molti paesi della provincia. Nell’ultima settimana la situazione infatti si è aggravata per il protrarsi della siccità ma anche per l’afflusso di villeggianti nelle varie case in campagna. Per dare un’idea nella sola valle Bormida il consumo medio di acqua giornaliero è passato da 3.500 a 3.800/3.900 metri cubi, provocando scompensi che stanno affaticando le riserve idriche che servono i piccoli comuni della zona.

Continua qui

Continua qui 

 

Estate cafona, presa d’assalto la spiaggia rosa di Budelli

Scorribande notturne e furti di sabbia nella perla dell’Arcipelago de La Maddalena. Vandali a Caprera e invasione di barche nelle zone vietate: controlli e sanzioni del parco e della Capitaneria

L’invasione di barche nell’Arcipelago di La Maddalena
 
La maddalenA (SASSARI)
LA MADDALENA. Questa non è la solita cafonata da spiaggia. È uno sfregio al santuario della natura, ai danni di un paradiso che riprende vigore lentamente, dopo decenni di assalto senza regole e senza controlli. La spiaggia rosa di Budelli oramai è famosa in tutto il mondo: le immagini dell’opera d’arte creata dal mare fanno il giro del pianeta attraverso i social network, i giornali, le televisioni e le riviste specializzate. La perla dell’Arcipelago è diventata una star e tutti sanno che questa è una spiaggia off-limits. È vietato calpestarla, stenderci l’asciugamano e persino tuffarsi. E forse per questo qualcuno si è fatto cogliere dal discutibile fascino di violare le regole. Le barche che invadono ogni angolo di azzurro e superano i limiti di velocità sono oramai una brutta consuetudine, ma in questi giorni c’è stato persino l’assalto al luogo più protetto dell’Arcipelago. 

Continua qui


Olio motore nella fontana dei Tritoni, un altro sfregio ai monumenti di Roma



METEO A 7 GIORNI: una fase di tempo INSTABILE a ridosso del prossimo weekend

L'anticiclone protagonista sul bacino centrale del Mediterraneo almeno sino a venerdì 18 agosto. In seguito una goccia d'aria più fresca porterà scompiglio sul Mediterraneo.

Nei prossimi giorni l'anticiclone saprà ancora garantire una parentesi di tempo stabile con valori termici ESTIVI, tuttavia qualcosa sarà destinato a cambiare in concomitanza del prossimo fine settimana che potrebbe "tradire" le aspettative dell'italiano medio. I modelli mettono in evidenza l'entrata in scena di una "goccia" d'aria più fresca in quota proprio sui nostri mari. La previsione tende quindi a cambiare verso scenari di tempo un po' più instabile soprattutto a cavallo tra il termine della settimana corrente e l'esordio della prossima, con temporali che potrebbero spingersi sino alle regioni di Mezzogiorno.

Riassumendo, possiamo dividere il tempo atmosferico previsto nei prossimi sette giorni in due fasi distinte; 

- una più stabile che ci interesserá nei prossimi due giorni, accompagnata da valori termici ELEVATI soprattutto nelle zone interne, laddove sono previsti picchi localmente superiori ai +35 gradi.

- Una seconda fase di tempo più instabile con valori termici nuovamente in flessione a partire dalle regioni settetrionali, poi anche al centro ed al sud.

Sintesi previsionale da giovedì 17 agosto a mercoledì 23 agosto: 
Giovedì 17: tempo stabile e caldo su tutto il Paese, note d'instabilità pomeridiane soltanto lungo le Alpi. Valori elevati di temperatura soprattutto nelle zone interne, con picchi sino a +36/+38. 
Venerdi 18: nuvolosità in arrivo sulle regioni del nord ma senza conseguenze. Bel tempo altrove con valori termici elevati.
Sabato 19: rovesci e temporali in arrivo al nord, associati a calo termico. Nubi sparse sul resto del Paese, senza conseguenze. Ancora caldo al centro ed al sud.
Domenica 20: l'instabilità conquista anche le regioni centrali. Valori termici in generale ribasso, ancora caldo sul Mezzogiorno. 

Continua qui 

Il meteo che NON si conosce: vero e falso!

Uno sguardo alle temperature superficiali del Mediterraneo; quanto è CALDO il nostro mare?

 

mercoledì 16 agosto 2017

Trovate gambe in un cassonetto a Roma

Probabilmente di una donna, resto del corpo non c'è

(ANSA) - ROMA, 16 AGO - Due gambe sono state trovate ieri sera in un cassonetto a Roma, in via Maresciallo Pilsudsky nel quartiere Parioli. A scoprirle una ragazza mentre rovistava all'interno del secchione. Sul posto la Polizia.

Continua qui

martedì 15 agosto 2017

"Gli ebrei devono farsi la doccia prima di entrare in piscina": Israele chiede le scuse all'hotel svizzero

Il caso per due cartelli comparsi al Paradies di Arosa. Il direttore: "Niente razzismo, sono stato solo ingenuo"

AROSA - Due cartelli dal contenuto chiaramente antisemita sono comparsi nell'hotel Paradies di Arosa, in Svizzera, scatenando una polemica internazionale, anche se il proprietario dell'albergo ha negato ci sia un intento razzista e ha parlato solo di "ingenuità".

"Si ricorda ai nostri clienti ebrei di fare la doccia prima di entrare in piscina", recita la prima scritta comparsa nell'area relax. E ancora in cucina: "Per i nostri clienti ebrei: è possibile accedere al congelatore solo in quegli slot: 10h00-11h00 e 16h30-17h30. Spero capiate che la nostra squadra non ama essere disturbata costantemente". In questo caso il riferimento è all'utilizzo di cibi kosher, che vanno conservati separatamente, ma fa poca differenza. Alcuni clienti ebrei hanno fotografato i due cartelli e li hanno postati sui social, scatenando la reazione del governo israeliano. Ma anche clienti non ebrei hanno reagito, come questo che scrive sopra il cartello: "Non sono un cliente ebreo, e questo è davvero razzista"


Continua qui

Migranti trovano portafogli e lo restituiscono al proprietario: «Ce ne fossero di ragazzi come voi!»

Genova - Due giovanissimi migranti africani richiedenti asilo, ospiti a Fumeri, nell’entroterra del capoluogo ligure, hanno trovato un portafoglio su un treno con dentro 35 euro e lo hanno consegnato alla responsabile della struttura che li ospita.

La donna ha rintracciato il proprietario per restituirglielo. Si chiama Salvatore Scalabrini, è un pensionato e ha regalato ai due ragazzi 20 euro a testa, ringraziandoli: «Ce ne fossero di ragazzi come voi! Benvenuti in Italia!».

A raccontare la storia è stata Gabriella Profumo, insegnante e responsabile del centro di accoglienza di Fumeri, dove i due migranti hanno trovato ospitalità: «Le parole di quel pensionato mi hanno commosso, perché conosco bene quei due ragazzi e so che hanno alle spalle esperienze terribili. Sono sbarcati dai barconi dopo una prigionia nelle carceri libiche, dove sono stati rapinati di tutto e torturati ».

Continua qui

Alluvione in Sierra Leone, oltre 300 morti, 60 bambini

Travolti dal fango a Freetown per frane provocate dalla pioggia

Sono almeno seimila le persone rimaste senza casa a Freetown, nel quartiere della capitale della Sierra Leone spazzato via dal crollo della collina che domina la città per una violentissima alluvione. Lo riporta la Bbc. Il bilancio ufficiale dei morti è di 312 persone, "ma potrebbe diventare molto più alto", ha detto il vice presidente del paese Victor Foh. Moltissime famiglie, secondo le prime ricostruzioni, sono state travolte dall'acqua e dal fango mentre stavano ancora dormendo e, secondo Foh, centinaia di persone potrebbero essere sepolte sotto le macerie. 

Continua qui

lunedì 14 agosto 2017

Donna scomparsa nell'Alessandrino,senza notizie da 10 giorni

Ricerche carabinieri senza esito, si mobilitano famigliari

Proseguono le ricerche di Margherita Sias, la 51enne scomparsa lo scorso 3 agosto da Acqui Terme, in provincia di Alessandria. Di ritorno dalla Sardegna, sua regione di origine, la donna ha trascorso la notte prima di scomparire a casa della zia, da dove si è allontanata per recarsi nella casa di Monastero Bormida da cui era stata sfrattata. Avrebbe dovuto far ritorno la sera stessa, ma da allora non si sono avute più sue notizie.

Continua qui

Ragazzo italiano pestato a morte in discoteca a Lloret de Mar, in Spagna - IL VIDEO

Ricoverato in ospedale, è morto nella notte. Era di Scandicci. Arrestati tre russi

Una scazzottata con altri giovani, forse con il carburante dell'alcol e di droghe, forse un'aggressione vera e propria, ed è finita in tragedia in Spagna, nella località turistica di Lloreta de Mar, in Costa Brava: a perdere la vita è un giovane italiano di 22 anni, Niccolò Ciatti, di Scandicci, alle porte di Firenze. Una tragedia avvenuta tra la notte di venerdì e quella di sabato. La polizia è stata chiamata alle 3 del mattino per una rissa in discoteca. Nella telefonata alle forze di sicurezza, qualcuno ha riferito di almeno tre giovani che ne pestavano un altro a pugni e calci, anche alla testa, secondo quanto scrive El Mundo. Quando gli agenti sono arrivati sul posto, Ciatti era in condizioni disperate ed è stato immediatamente trasportato nell'ospedale Trueta di Girona, dove è morto oggi. La polizia catalana citata da vari media, parla apertamente di "pestaggio in una discoteca". Secondo El Mundo, la polizia sta indagando sull'episodio trattandolo come un caso di omicidio.

Continua qui

sabato 12 agosto 2017

Monte Bianco: scioglimento ghiacciaio porta alla luce resti di un uomo

Un ritrovamento di un uomo è stato compiuto nelle ultime ore sul ghiacciaio della Brenva, sul versante italiano del massiccio del Monte Bianco. Si tratterebbe di resti umani di un alpinista scomparso probabilmente negli anni ottanta. La scoperta è stata fatta dal Soccorso alpino della guardia di finanza (Sagf) di Entreves con l'elicottero delle fiamme gialle a circa 1.700 metri di quota.

Lo zaino e la piccozza ritrovati sono di marca francese e a una prima analisi sembrano essere stati prodotti verso la metà degli anni 80. I finanzieri verificheranno la lista degli scomparsi in quell'epoca e incroceranno le loro informazioni con quelle in possesso della gendarmeria francese. "Con lo scioglimento dei ghiacciai aumentano i ritrovamenti di questo tipo", spiega il maresciallo Delfino Viglione, al comando della stazione Sagf di Entreves.

Continua qui

venerdì 11 agosto 2017

Uova contaminate, Ue: anche l'Italia tra i Paesi coinvolti. Il ministero della Salute: "Mai messe in commercio"

La replica delle autorità italiane dopo l'allerta della Commissione Europea: sequestrati prodotti di provenienza francese. Coldiretti: in Italia 610mila chili di uova e 648mila chili di derivati dai Paesi Bassi nei primi cinque mesi del 2017. L'Olanda ammette: "Commessi errori"

Non sono state distribuite in Italia uova contaminate con il fipronil. Lo chiarisce il ministero della Salute, dopo l'allerta lanciata dalla Commissione Europea che aveva indicato il nostro Paese fra quelli che hanno ricevuto uova dalle aziende coinvolte nello scandalo.

Continua qui

Pavia, vigile del fuoco volontario appiccava incendi: "Mi annoiavo"

Lʼuomo è stato denunciato dalla Procura della Repubblica: "Voleva imitare i suoi idoli di una serie televisiva statunitense"

Un vigile del fuoco volontario che appiccava incendi è stato denunciato alla Procura della Repubblica presso il tribunale di Pavia, per i reati di incendio doloso e truffa aggravata. P.M., nato a Novara, agli inquirenti ha detto che si annoiava dell'incarico e voleva imitare i suoi idoli di una serie televisiva statunitense. Per tale motivo appiccava incendi ai danni di cassonetti dei rifiuti e sterpaglie, per poi intervenmire per primo.

Continua qui

Cronaca: violenti temporali colpiscono il Nordest, raffiche oltre 100km/h e danni

Nel pomeriggio un intenso ammasso temporalesco dopo aver colpito la Toscana si è portato sul Nordest. Danni in Veneto e Romagna


VIOLENTI TEMPORALI COLPISCONO IL NORDEST E TOSCANA - Un intenso ammasso temporalesco dopo aver colpito la Toscana specie settentrionale ( forte temporale a Firenze con punte di oltre 30mm in meno di un'ora ), si è ulteriormente rinvigorito portandosi rapidamente sul Nordest. Temporali anche forti hanno così spazzato Emilia specie orientale, Romagna, Veneto, per poi spingersi verso il Friuli Venezia Giulia, inseriti in quello che viene definito un MCS ( Mesoscale Convective System ). Un secondo cluster temporalesco sempre piuttosto intenso si è poi sviluippato tra Lombardia centro-orientale e Trentino Alto Adige.

Continua qui

Ultime ore... 

TEMPORALI: un intenso nucleo temporalesco si è formato alle spalle di Genova e raggiunge tutta la dorsale appenninica sino a scavalcarla e portando rovesci sul Piacentino in Emilia; altri nuclei temporaleschi si sono formati sul Bresciano.

(...)

IVREA: alberi abbattuti in Canavese e parte delle mura romane della città di Ivrea crollate sulla strada. Sono questi i danni più gravi provocati dal violento temporale che ha colpito il Piemonte la scorsa notte.

Una cella temporalesca stazionaria insiste da ore sul Biellese e su parte del Novarese in Piemonte, scaricando molti mm di pioggia. Stupisce l'insistenza e la stazionarietà della cella, che sta provando comunque a traslare un po' verso levante.

NEVE al passo della NOVENA (Nufenen Pass) La Polizia cantonale svizzera ha comunicato che il passo della Novena (a quota 2.478 metri) è transitabile unicamente con equipaggiamento invernale, poiché la strada è innevata.

ALTO ADIGE: negli ultimi giorni si sono registrati ben 6200 fulmini. I temporali di ieri hanno portato grandine con chicchi grandi fino a cinque centimetri. Danni a frutteti, meleti soprattutto in Bassa Atesina, Piana Rotaliana, Bleggio e Val di Non. A Fai della Paganella la strada è stata ricoperta in pochi minuti da uno strato bianco di grandine. La strada statale 51 Alemagna tra Dobbiaco e Carbonin resterà chiusa per alcuni giorni causa una serie di frane. Chiusa per frana anche la statale 48 bis da Cortina d’Ampezzo fino al Passo Tre Croci. Sempre per frane sono interrotte le piste ciclabili tra Dobbiaco e San Candido e tra Dobbiaco e Carbonin.

Continua qui 

Le ultimissime meteo delle 12: le 6 cose da sapere assolutamente...

Cosa accadrà nelle prossime ore e sino al 20 agosto? Ecco tutti gli aggiornamenti!

 

"Goccia" FREDDA impazzita: ecco DOVE andranno a colpire i temporali nelle prossime ore

 

 

 

giovedì 10 agosto 2017

METEO A 7 GIORNI: la prima BATTUTA D'ARRESTO all'estate mediterranea, poi...

Importante figura di bassa pressione porta scompiglio sul bacino centrale del Mediterraneo, allontanando l'ondata di CALDO dal nostro territorio nazionale. Ecco COSA dovremo aspettarci nei giorni a venire. 

La prima battuta d'arresto all'estate meteorologica andrà a riguardare il nostro Paese in questo scorcio di agosto, laddove ritroviamo già in queste ore una figura depressionaria ricca d'aria fresca in quota che è prevista interessare il bacino centrale del Mediterraneo soprattutto dalla seconda metà della settimana. Manifestazioni d'instabilità a sfondo temporalesco interessano già adesso le regioni dell'Italia settentrionale, colpendo duramente soprattutto la fascia alpina e prealpina, laddove nelle ultime 24 ore si sono manifestati temporali anche violenti. Nei prossimi giorni, con la graduale migrazione del cuore d'aria più fredda della depressione direttamente sul bacino centrale del Mediterraneo, dovremo aspettarci l'espansione delle condizioni di instabilità anche sulle regioni di nord-est, sulla Liguria, la Toscana ed il Lazio. 

Continua qui 

 

Violenti nubifragi sul Garda : grandine grossa e venti forti provocano danni a Desenzano del Garda

Forte grandinata colpisce Varese : chicchi di grosse dimensioni e danni [FOTO]

 

PREVISIONI METEO: la crisi dell'estate nel mese di AGOSTO

 

 

 

mercoledì 9 agosto 2017

Foggia: agguato San Marco in Lamis, 4 morti. Ucciso boss e due testimoni involontari

Nella zona di recente altri omicidi a causa della lotta tra clan per la spartizione degli affari illeciti

Sono quattro le vittime di un agguato compiuto da un commando nei pressi della ex stazione di San Marco in Lamis, nel Foggiano. I veri bersagli dei killer erano un boss, Mario Luciano Romito, di 50 anni, di Manfredonia, e suo cognato, Matteo De Palma, di 44 anni, che erano a bordo di un maggiolone. Uccisi anche due contadini, Luigi e Aurelio Luciani, rispettivamente di 47 e di 43 anni, a bordo di un Fiorino, testimoni involontari del duplice omicidio.

Continua qui

Gorzente sotto di 10 metri si può attraversare a piedi

La siccità ha trasformato la zona in un paesaggio lunare

Il Lago Bruno

Bosio(AL)
Un paesaggio quasi lunare appare chi arriva ai laghi del Gorzente dal sentiero che parte del guado sotto il monte Tobbio, a Bosio. Appena ci si affaccia sulla diga del lago Lungo, si nota che l’invaso è quasi del tutto vuoto e l’isolotto sul quale sono cresciuti i pini, al centro dello specchio d’acqua nelle altre stagioni, è addirittura raggiungibile a piedi. Il livello delle acque è sceso di oltre dieci metri.

La siccità si fa sentire sull’Appennino tanto che il Comune di Bosio, per la vicina frazione di Capanne di Marcarolo, da giugno ha imposto lo stop all’uso dell’acqua potabile durante la notte. Anche l’altro lago facente parte sistema di invasi del Gorzente, il Badana, è vuoto da oltre dieci anni. Non c’entra la siccità: sono in progetto un innalzamento della diga di vari metri e alcuni interventi per renderla più sicura ma l’iter a Roma è stato lungo, anche se dovrebbe concludersi a breve con il via ai cantieri. 

Continua qui